Ferrari, Binotto rischia il posto? Un ex pilota ne è convinto

Binotto rischia il posto in Ferrari? Un ex pilota di F1 ritiene di sì, visto che nel team non tutto sta funzionando per il meglio.

Dopo il deludente Gran Premio d’Ungheria, Mattia Binotto è tornato sul banco degli imputati. Il team principal della Ferrari ha faticato ad ammettere l’errore commesso nella strategia con Charles Leclerc, preferendo concentrare l’attenzione sulla performance della macchina al di sotto delle aspettative.

Mattia Binotto (Ansa Foto)
Mattia Binotto (Ansa Foto)

Vero che la F1-75 è stata un po’ meno veloce di quanto ci si aspettasse, considerando che venerdì volava e che probabilmente l’abbassamento delle temperature ha giocato un ruolo importante nel cambiare i valori in pista. Tuttavia, è innegabile lo sbaglio commesso montando le gomme dure al pilota monegasco.

Le aveva montate in precedenza l’Alpine e si vedeva che quel tipo di mescola non funzionava, era stata anche sconsigliata dalla Pirelli a causa delle condizioni che si sono presentate domenica. Bastava fare la stessa strategia adottata con Carlos Sainz, continuando con gli pneumatici medi e poi utilizzando le morbide nello stint finale.

Ferrari F1, Binotto rischia il posto da team principal?

Qualcosa non sta funzionando alla perfezione nel box Ferrari in questa stagione, dato che all’Hungaroring non si è verificato il primo errore del 2022. Ne sono capitati altri di pesanti, sempre con Leclerc a farne le spese, a Monaco e a Silverstone ad esempio. Binotto ha respinto le critiche e difeso la squadra, a partire dagli strateghi. Ma è innegabile che gli errori siano troppi per una scuderia che vuole puntare al titolo mondiale in F1, tanti i punti buttati via per situazioni che potevano essere gestite meglio.

Ralf Schumacher a Sky Sport Deutschland ha così commentato quanto fatto dalla Ferrari nella gara in Ungheria: “Già venerdì decisione sbagliata nell’esaurire le gomme di cui avrebbero avuto bisogno in gara. L’ultima sosta di Leclerc è stata incomprensibile. Non penso che la Red Bull si aspettasse questo aiuto”.

Schumacher ritiene che la posizione di Binotto come team principal non sia affatto al sicuro: “Lo vedo in pericolo già durante la pausa estiva. Ci sono troppe cose che sono andate storte e anche troppi problemi tecnici. Se ricevi un regalo del genere, ovvero di poter tornare a lottare per il Mondiale, non puoi buttarlo via”.

Al momento, dalla Ferrari non trapela l’intenzione di non confermare Binotto. Ogni valutazione verrà fatta più avanti. Certamente qualcosa deve cambiare nel box, perché non si sta dimostrando al livello di Red Bull e Mercedes.