Mercedes, scatta il maxi-richiamo: grave problema per questo modello

La Mercedes è costretta a richiamare un gran numero di auto per via di un problema molto serio. Ecco qual è il rischio.

Quello dei richiami auto è un tema che, purtroppo, è di strettissima attualità, dal momento che le vetture moderne sono spesso soggette a problematiche varie che richiedono un intervento in fabbrica. Oggi vi parleremo di un guasto che ha colpito la Mercedes, in particolare, una vettura ad emissioni zero della casa di Stoccarda, proprio in un periodo ricco di annunci per quanto concerne le elettriche di questo brand.

Mercedes, scatta il maxi-richiamo: grave problema per questo modello
Mercedes (Canva) – Tuttomotoriweb.it

Infatti, Mercedes ha appena confermato che continuerà a produrre motori endotermici anche dopo il 2030, dal momento che garantiscono una redditività ben maggiore rispetto all’elettrico. La stessa cosa è stata annunciata anche dalla Ford per l’Europa, ed è probabile che la notizia appena pervenuta non farà altro che confermare quanto deciso. Scopriamo cosa è accaduto e qual è il modello coinvolto.

Mercedes, ecco il motivo del richiamo

Sul sito web “Autoevolution.com“, è stato annunciato che la Mercedes ha optato per un maxi-richiamo per la EQB, vettura elettrica di notevoli dimensioni. Si tratta di un veicolo che è in grado di ospitare ben sette persone, pensato soprattutto per famiglie numerose, ma è ovviamente una fascia di auto molto alta.

Il richiamo riguarda gli Stati Uniti d’America, e sarebbero ben 283 le auto coinvolte, prodotte tra il 18 di febbraio del 2022 ed il 23 di gennaio del 2023, per cui, un numero tutto sommato ristretto, ma è chiaro che per i proprietari non sarà un piacere sentire che la loro vettura soffre di un problema e deve essere controllata il prima possibile.

Mercedes EQB ancora problemi
Mercedes EQB in mostra (Mercedes) – Tuttomotoriweb.it

Il problema riguarda l’asse anteriore, ricordando che negli USA, la EQB viene venduta anche con la trazione anteriore. La problematica che riguarda questa zona potrebbe causare spostamenti improvvisi del mezzo se il freno di stazionamento non è inserito, motivo per il quale è necessario un intervento immediato. Inoltre, la stessa Mercedes, tramite alcune analisi svolte in questi mesi, ha ammesso che il rischio di incidente nel caso di guasto potrebbe essere molto alto.

Dunque, nelle prossime settimane i veicoli verranno richiamati, con l’obbligo di risovlere il problema il prima possibile, nella speranza che nel frattempo non si verifichino incidenti o problematiche gravi. Per la clientela coinvolta, ovviamente, si tratterà di un intervento del tutto gratuito, con le spese a carico del costruttore. Una brutta gatta da pelare per la casa di Stoccarda.

Impostazioni privacy