MotoGP, Valentino Rossi ammette tutto su Lorenzo: ecco la verità

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo ci hanno regalato una delle rivalità più intense della storia della MotoGP. Il “Dottore” dice la sua.

Che piaccia o meno, Valentino Rossi ha segnato un’epoca del mondo delle due ruote, diventando per ben nove volte campione del mondo del Motomondiale. La MotoGP, senza il “Dottore”, non sarà mai più la stessa, e la conferma è arrivata dalla stagione 2022 che si è da poco conclusa.

MotoGP Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (ANSA)
MotoGP Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono stati grandi rivali (ANSA)

Nonostante la Ducati di Pecco Bagnaia che ha vinto il titolo, sulle tribune si sono visti molti spazi vuoti, e da questo punto di vista, la maglia nera è andata al Mugello, che un tempo faceva registrare presenze da record. La MotoGP degli ultimi anni ha perso tantissimi campioni, che oltre ad un talento strepitoso si distinguevano per delle personalità notevoli.

Il primo a salutare la compagnia, anche se di anni ne sono passati, è stato Max Biaggi nel 2005, e poi è toccato a Casey Stoner al termine del 2012. In seguito, anche Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo hanno detto basta nel 2018 e nel 2019, per poi passare anche al triste addio di Valentino Rossi.

Il “Dottore” ha salutato la compagnia a fine 2021, ed ora occupa le vesti di capo della sua squadra, per la quale gareggiano il fratellino Luca Marini e Marco Bezzecchi. Nelle ultime ore, il nove volte iridato ha parlato proprio delle grandi rivalità che hanno contraddistinto la sua brillante carriera, facendo riflettere molto sulle proprie imprese e sui rapporti con i vecchi avversari.

La cosa che ha sorpreso tutti è il cambiamento di pensiero riguardo a personaggi come Lorenzo e Biaggi, con i quali non ci sono mai stati grandi rapporti. Impossibile dimenticare le battaglie con il “Corsaro”, con il quale non sono mancate grandi discussioni anche dopo le gare e durante le interviste in generale.

Di scintille ce ne sono state a bizzeffe anche con il maiorchino, ed un rapporto mai eccellente è esploso nel 2015, nel corso della sfida interna in Yamaha per il titolo mondiale, poi vinto da Jorge. A distanza di sette anni dai fattacci di Valencia, le cose sono cambiate, con una distensione inattesa che è avvenuta di recente.

MotoGP, Valentino Rossi sorprende i suoi tifosi

La MotoGP ci ha regalato delle sfide eccezionali in questi ultimi vent’anni, ed il protagonista indiscusso di tutte queste battaglie è sicuramente Valentino Rossi. Il “Dottore” ha vinto tutto ciò che c’era da vincere portando a casa nove titoli mondiali, sette dei quali in top class tra il 2001 ed il 2009, dominando un’epoca intera.

Il pilota di Tavullia ha però dovuto ingoiare anche dei bocconi amari, come nel biennio 2006-2007, quando, in sella alla sua Yamaha, dovette arrendersi alla Honda di Nicky Hayden prima ed alla Ducati di Casey Stoner in seguito. Un’altra sconfitta bruciante è stata quella maturata nel 2015 contro Jorge Lorenzo, con il clamoroso finale di Valencia che lo ha privato del decimo alloro iridato.

Senza alcun dubbio, si è trattato della peggior delusione della sua carriera, anche per i modi in cui è maturata. Il #46 giallo più famoso del mondo aveva condotto la classifica iridata sin dalla prima gara in Qatar, venendo beffato anche a causa dell’aiutino di Marc Marquez che non volle superare il suo connazionale, nonostante un ritmo decisamente superiore in quel di Valencia.

Tra Valentino Rossi e Lorenzo c’è stato il gelo per anni, ma come confermato dal “Dottore” in persona in un’intervista concessa ad “Il Giornale“, le cose ora sono cambiate: “Adesso siamo amici con Jorge. Lui è venuto anche alla 100 km dei Campioni, e la sera, alla festa che abbiamo organizzato, ci siamo anche messi a ballare insieme“.

La leggenda della MotoGP ha parlato anche di Stoner, con il quale ci fu un’accesa rivalità nel biennio 2007-2008: “Mi sento diverse volte con lui, mi invia spesso dei messaggi dall’Australia chiedendomi della bambina, e poi ci siamo anche visti, quindi direi che è tutto normale tra di noi“.

Non poteva mancare un commento su quello che forse è stato il rivale più famoso, vale a dire Max Biaggi. Le sfide tra i due italiani dei primi anni Duemila hanno tenuto generazioni intere incollate davanti agli schermi, ed anche le schermaglie che avvenivano dopo le gare sono entrate nell’immaginario collettivo.

Valentino Rossi ha affermato: “Adesso parliamo, ci salutiamo spesso e parliamo bene l’uno dell’altro. Credo che sia molto bello. Agli inizi, io non ero nessuno, lui era il miglior motociclista in Italia, ed io iniziai a prenderlo in giro. Ora è passato tutto, ci siamo comunque divertiti durante le nostre battaglie in pista e fuori. La nostra è stata una splendida rivalità sportiva“.