Ferrari, pensato un regalo di Natale da sogno: tifosi a bocca aperta

La Ferrari non smette mai di stupire. I fan del Cavallino rimarranno stupefatti dall’iniziativa natalizia. Ecco di cosa si tratta.

La Ferrari è sempre nei pensieri di milioni di appassionati in giro per il mondo. Il Cavallino rampante è diventato un simbolo di sportività ed esclusività estrema. Il mito della Rossa ha origine da un sogno. Il Drake, meglio conosciuto all’anagrafe come Enzo Ferrari, ha saputo trasformare una idea geniale in una solida realtà. Negli anni d’oro la casa modenese ha fatto appassionare i tifosi anche per le imprese eroiche dei suoi piloti di F1.

Ferrari (ANSA)
Ferrari (ANSA)

Da Niki Lauda a Gilles Villeneuve, passando da Michael Schumacher a Kimi Raikkonen. Nei tempi moderni la Scuderia non ha più ottenuto riconoscimenti iridati nella categoria regina del Motorsport, ma il fascino della Rossa è rimasto intatto. Il “Vecchio” è andato al di là del concetto di auto, vendendo opere d’arte. Il futuro del Cavallino potrebbe essere full electric, in ossequio alle direttive imposte sui motori termici, ma sino ad allora il sound dei mitici motori costruiti in Emilia-Romagna continuerà a far emozionare gli amanti delle supercar. Un documentario ha messo in risalto una magnifica idea, promossa dalla Ferrari, per il Natale. Migliaia di bambini, 40 anni fa, scrissero una bella letterina ad Enzo Ferrari.

A Natale la Rossa realizzerà il sogno di tre bambini di 40 anni fa che contattarono il Drake, come fosse Babbo Natale. Tre adulti, a distanza di 40 anni, avranno la possibilità, di esplorare il mondo Ferrari. Il progetto, ribattezzato Keep on dreaming, consente per l’appunto di continuare a sognare. Chi lo ha detto che gli adulti non possono avere desideri, proprio come i bambini? Se lo sono chiesti gli uomini di Maranello che hanno dato l’opportunità di esaudire i sogni di tre appassionati. Prima dell’avvento del digitale, l’unica possibilità per mettersi in contatto con Enzo Ferrari era rappresentata dalle lettere.

Molti bambini erano soliti inviare missive, iniziando con un affettuoso “Caro Nonno Enzo”. Oggi la cosa può anche suonare surreale, ma migliaia di giovani erano soliti scrivere i propri pensieri, facendo i complimenti alla squadra, ai piloti della Scuderua e, soprattutto, al fondatore della casa costruttrice più famosa al mondo. Il Drake era sommerso di lettere, ricevendo auguri e richieste molto particolari, tra cui quelle di visitare la Factory del Cavallino. I bambini piccoli non avrebbero potuto accedere alla fabbrica, ma come nella pellicola della Fabbrica di Cioccolato, potevano immaginare i segreti del “Vecchio”.

Ferrari, un pensiero da brividi

L’immaginazione dei bambini, si sa, supera ogni limite. L’azienda italiana ha da sempre accesso la passione di milioni di fan. A distanza di 40 anni, David, Alessandro e Michele sono stati accontentati, ricevendo l’invito di entrare nel magico mondo della Rossa. Gli uomini, forse non hanno mai smesso di sognare e di ripensare alla lettera scritta a Enzo, ma non avranno creduto ai loro occhi quando hanno scoperto di aver ottenuto il pass per il “paradiso dei motori”. Il loro viaggio, raccontato nel documentario Keep on dreaming, è un cerchio che si chiude. Una fantasia, trascritta 40 anni fa, che è diventata realtà nel 2022.

Vi sono storie che meritano di essere raccontate. L’emozione che avranno provato i tre fortunati fan del Cavallino sarà indescrivibile a parole. Come in una favola, ad accogliere David, Alessandro e Michele, è stato il figlio di Enzo Ferrari in persona. Piero, Vice Presidente della casa modenese, ha annunciato: “È stato emozionante incontrare tre persone che hanno scritto a mio padre quando erano bambini e che hanno ricevuto direttamente da lui una risposta. È successo più di 40 anni fa, ma mi ha commosso vedere come loro non abbiamo mai smesso di seguire e amare il mondo Ferrari“. Come descritto sulla Gazzetta dello Sport i tre, favoriti dalla sorte, hanno avuto l’occasione di girare nell’area assemblaggio della fabbrica, oltre al settore dedicato alle Formula 1.

Il tutto ha avuto un significato anche storico, essendo stato pensato per omaggiare il fondatore. Il documentario, disponibile su tutti i canali social della Ferrari, nasce da una iniziativa dell’agenzia We Are Social che ha seguito ogni passaggio del progetto. “Keep on dreaming ci ha dato la possibilità di creare qualcosa di unico per Ferrari e per tutti gli amanti del Cavallino Rampante. Il progetto si inserisce in un percorso di collaborazione che abbiamo intrapreso con il brand ormai tre anni fa. Al fianco di Ferrari, esploriamo il comportamento delle community e la loro passione per il marchio, con l’obiettivo di trovare storie che meritano di essere raccontate, di cui valga la pena parlare, che sappiano restituire qualcosa ai fan“.

Ferrari, ritorna la mitica Testarossa? Ecco come potrebbe essere (VIDEO). Date una occhiata anche alla Lamborghini Huracan Sterrato: guardate che mostro (VIDEO). La storia rappresenta anche il significato più profondo della passione e dell’innovazione. Il Made in Italy, raccontato tra sogno e realtà, grazie alla disponibilità di un marchio che ha elevato il concetto di esclusività ai massimi livelli.

Impostazioni privacy