Alonso e Verstappen cambiano categoria? La proposta di Nando è assurda

Fernando Alonso e Max Verstappen hanno un ottimo rapporto, e lo spagnolo ha avanzato una proposta. Ecco cosa vuole fare in futuro.

Tra Fernando Alonso e Max Verstappen corre da sempre buon sangue, con lo spagnolo che ha una grande stima del collega olandese. I due sono entrambi bi-campioni del mondo, anche se il figlio di Jos ha ovviamente la strada spianata davanti a sé ed ha la possibilità di vincere ancora molto, al contrario del suo ormai amico Nando.

Max Verstappen e Fernando Alonso (ANSA)
Max Verstappen e Fernando Alonso (ANSA)

Infatti, il nativo di Oviedo ha superato la soglia dei quarant’anni da diverso tempo, ma comunque non ha alcuna intenzione di mollare. Dopo il primo ritiro dalla F1 arrivato a fine 2018, a seguito di quattro stagioni terribili con la McLaren con la quale non ha ottenuto neanche un podio, il pilota iberico non ha resistito al richiamo del Circus, tornando nel 2021 con l’Alpine.

In questa esperienza con il team di Enstone, Nando ha ottenuto uno strepitoso terzo posto nel GP del Qatar dello scorso anno, senza però riuscire a combattere per una vittoria, portata a casa dal compagno di squadra Esteban Ocon in Ungheria, nel 2021. I rapporti tra i due team-mate sono diventati molto tesi quest’anno, a causa di una battaglia nel GP dell’Arabia Saudita che ha scatenato una sorta di guerra interna.

Tutto ciò ha portato Alonso a cambiare team, e nel 2023 sarà al volante dell’Aston Martin. L’annuncio è arrivato ai primi di agosto, ed è stato un fulmine a ciel sereno per l’Alpine, che non era stata informata per nulla delle trattative tra il suo pilota e la squadra di Lawrence Stroll.

Lo spagnolo ha dunque deciso di accettare una nuova sfida, che a ben guardare pare essere un passo indietro. Il team di Enstone ha infatti concluso il 2022 con un bel quarto posto tra i costruttori, battendo la McLaren e classificandosi come la prima degli altri dietro ai top team, ovvero Red Bull, Ferrari e Mercedes, troppo superiori per pensare di essere sfidati dalle squadre più piccole.

L’Aston Martin ha chiuso solo settima, beffata nel gran finale di Abu Dhabi persino dall’Alfa Romeo Racing, team che non ha sicuramente le stesse possibilità economiche e tecniche degli inglesi. Il rischio è che Nando, per l’ennesima volta, abbia sbagliato la propria scelta, ma questo ce lo dirà soltanto il tempo.

La possibilità di vedere una sfida tra lui ed il suo amico Verstappen pare restare molto remota, ma questo non significa che non li vedremo insieme in futuro. Il pilota iberico ha infatti avanzato una proposta all’olandese, coinvolgendo anche papà Jos per un progetto che si preannuncia essere davvero entusiasmante.

Alonso, la volontà è di correre a Le Mans con Verstappen

Fernando Alonso vuole correre la 24 ore di Le Mans assieme a Max Verstappen, e la sua idea è quella di avere anche papà Jos coinvolto in questo progetto, nel ruolo di capo-squadra. Lo spagnolo ha vinto già due volte la maratona francese, nel 2018 e nel 2019 al volante della Toyota, in equipaggio con Sébastien Buemi e Kazuki Nakajima.

Nando si è anche laureato campione del mondo nel FIA WEC, ma all’epoca la squadra giapponese non aveva praticamente concorrenza visto il ritiro precedente di Audi e Porsche. Il mondiale endurance sta ora rinascendo, e nel 2023 ci saranno al via la Peugeot, la Ferrari, la Cadillac, la Porsche e la stessa Toyota, che proviene da cinque vittorie di fila a Le Mans.

L’obiettivo di Alonso è quello di correre con Verstappen, e c’è una spiegazione dietro alla volontà di avere anche Jos coinvolto in questo affascinante progetto. L’ex Benetton e Minardi tra le altre in F1 ha infatti vinto a sua volta questa gara, anche se in classe LMP2 sulla Porsche nel lontano 2008.

Super Max ha già detto in passato di essere interessato a prendere parte a questa storica gara, che può forgiare la leggenda di un pilota in maniera molto importante. Inoltre, il FIA WEC e la maratona francese assumeranno una grande importanza dal 2023 in avanti, visti i tanti costruttori ufficiali che saranno impegnati, elencati già in precedenza. Dal 2024 arriveranno anche BMW e Lamborghini, proponendo una sfida epocale che mai si era vista in passato.

L’hype è altissimo, ed è normale che anche i piloti di F1 prendano in seria considerazione l’ipotesi di prendere parte a questo evento. Nei prossimi anni ci saranno novità importanti, visto che il Circus resta comunque la prima scelta per tutti, ma è bello vedere che si inizino ad aprire strade alternative verso categorie splendide, spesso sottovalutate dai tifosi di tutto il mondo.