Leclerc avvisa la Ferrari: per vincere la gara servirà l’aiuto del team

Charles Leclerc ha sfiorato la pole position a Suzuka, a bordo di una Ferrari ben bilanciata. Ecco il suo commento a fine qualifica.

Il Gran Premio del Giappone partirà con la Red Bull di Max Verstappen davanti a tutti, grazie al crono stampato in 1’29”304 dal campione del mondo con gomma Soft. Incredibile la beffa per le due Ferrari, con Charles Leclerc secondo a 10 millesimi e Carlos Sainz terzo a 57.

Leclerc (LaPresse)
Leclerc (LaPresse)

I primi tre hanno fatto un altro sport, considerando che Sergio Perez si è visto rifilare ben quattro decimi dal compagno di squadra, e di conseguenza anche dai due alfieri della Scuderia modenese. Le modifiche al fondo portate sulla Rossa hanno davvero funzionato alla grande, ed era ciò di cui a Maranello avevano bisogno.

Tuttavia, il test più importante lo avremo in gara, dal momento che la Ferrari ha spesso sofferto la Red Bull proprio nella gestione delle gomme dalla fine dell’estate in poi. Verstappen deve essere attaccato sin dal via, anche se va detto che con ogni probabilità verrà a piovere, e la cosa potrebbe mescolare le carte in maniera ancor più importante.

Suzuka è una pista dove superare non è facile, per cui prendere la prima posizione già al via può essere un dettaglio non di poco conto. Leclerc ed il Cavallino non vincono ormai da tre mesi, e sarebbe una gran soddisfazione tornare davanti a tutti proprio sulla pista di proprietà della Honda, che fornisce le power unit al team di Milton Keynes.

In casa Ferrari c’è stato ottimismo per tutto il week-end, anche dopo le libere del venerdì disputate sul bagnato che avevano visto le Mercedes e le Red Bull dominare la scena. Le frecce d’argento non sono mai esistite sull’asciutto, con George Russell e Lewis Hamilton che dovranno sperare in una gara bagnata per cercare di lottare per il podio.

Leclerc, ecco il suo commento dopo la pole sfuggita

Charles Leclerc ha davvero sfiorato una grande impresa a Suzuka, dal momento che quella giapponese è una pista totalmente a favore della Red Bull. Il gran vantaggio su Sergio Perez dimostra che la Ferrari e le novità tecniche portate in questo fine settimana hanno funzionato davvero alla grande, ma ora ci sarà da capire quello che sarà il consumo delle gomme in gara.

La RB18, come lo stesso Leclerc ha sottolineato, fa una grande differenza sotto quel punto di vista alla domenica, ma nulla è precluso quando si parte dalla prima fila. Al termine delle qualifiche, il monegasco ha raccontato le sue sensazioni appena sceso dalla monoposto, dicendosi comunque molto soddisfatto.

Ecco le sue parole: “Il giro a Suzuka è molto complicato, devi trovare equilibrio perché se vai troppo forte nel primo settore poi rischi di pagare tanto nel secondo e nel terzo. Sono andato molto forte alla fine, ma proprio nel terzo parziale non avevo più gomme e ci siamo arrivati davvero vicini. Cercheremo di fare una bella gara, sarà combattuta e dovremo partire bene. Abbiamo potuto fare pochi giri per la gara ma ho un buon feeling con la macchina, mi aspetto una gara divertente. Cercheremo di attaccare per far divertire tutti questi tifosi, se lo meritano“.

Poco dopo, il monegasco ha parlato anche ai microfoni di “SKY Sport F1“: “Se ho qualcosa da recriminarmi? Onestamente, sono molto contento, se guardo l’ultima chicane ho fatto fatica con il posteriore, ma non credo sia un errore così evidente, è solo la conseguenza del fatto che ho spinto tantissimo nel secondo settore, eravamo molto veloci ed abbiamo surriscaldato le gomme, ma alla fine in qualifica bisogna spingere sempre tanto, forse l’ho fatto troppo e quando si parla di millesimi queste cose fanno la differenza“.

Charles ha aggiunto: “Quali saranno le chiavi della gara? Le chiamate giuste ai box saranno fondamentali, anche perché dovrebbe piovere e non mi dispiace se fosse così. Sarà una gara molto difficile ed imprevedibile, ma secondo me è stata un’ottima qualifica. Cosa penso della nostra vettura sul bagnato? Il feeling è buono, se è asciutto la Red Bull va meglio la domenica rispetto al sabato, ma abbiamo un buon ritmo. Singapore non era un grande esempio per le gomme, però anche lì abbiamo fatto delle scelte buone e dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione“.

Charles è apparso molto ottimista, anche se non ha mancato di sottolineare che la Red Bull potrebbe risultare superiore in ottica gara. Tuttavia, dalle qualifiche di Suzuka sono arrivate notizie positive in merito alle novità tecniche portate dalla Ferrari, che devono fare da trampolino di lancio in vista della prossima stagione. La gara ci darà le controprove necessarie ad avere un quadro più chiaro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news