Fanatec GT Hockenheim, gara: grande prestazione di Valentino Rossi

Dominio dell’Audi nella gara di Hockenheim del Fanatec GT World Challenge. Valentino Rossi è quinto con la sua R8 LMS del WRT.

Il Fanatec GT World Challenge ha fatto tappa sullo splendido tracciato di Hockenheim in questo fine settimana. La vittoria è andata all’Audi R8 LMS #30 del Sainteloc Junior Team affidata a Chris Mies, Patric Niederhauser e Lucas Legeret, che si sono imposti davanti alla gemella #66 dell’Attempo Racing condotta da Dennis Marshall, Kimi-Luis Schramm e Markus Winkelhock.

Fanatec GT Audi Valentino Rossi (ANSA)
Fanatec GT Audi Valentino Rossi (ANSA)

Si è trattato di un dominio scaccia-crisi per le Audi, che venivano da una 24 ore di Spa-Francorchamps a dir poco disastrosa, e nella quale non avevano mai avuto il passo per competere con le avversarie concludendo ben distanti dalla top five. La R8 LMS, dunque, non è affatto una vettura non competitiva, come ha già dimostrato tante volte quest’anno dominando la serie Sprint.

La tappa di Hockenheim, infatti, rientrava in quella endurance, con una gara che è durata ben tre ore, dove lo spettacolo del Fanatec GT World Challenge non è affatto mancato. C’è da dire che la casa di Ingolstadt ha dominato tutto il week-end, sin dalle prove libere, con la #32 del team WRT affidata a Charles Weerts, Dries Vanthoor e Kelvin van der Linde che aveva ottenuto la pole position.

Purtroppo per l’Audi, le notizie che arrivano dalla Germania non sono tutte positive. Infatti, l’equipaggio sopracitato, che è ad un passo del titolo Sprint, è stato costretto al ritiro dopo soli 32 giri. Weerts è uscito di pista un paio di volte, ed una volta affidata la vettura a van der Linde i problemi si sono ripresentati, con il ko che è arrivato alla fine della prima ora.

Un vero e proprio disastro anche in casa Ferrari, con la 488 GT3 #71 dell’Iron Lynx che partiva dalla seconda posizione e che voleva ripetere la vittoria di Le Castellet. Alessio Rovera è stato infatti centrato in pieno dalla gemella, vale a dire la #51 di Nicklas Nielsen. La prima si è ritirata immediatamente, mentre la seconda ha perso tantissimo tempo ed ha concluso in 43esima posizione una giornata disastrosa.

Fanatec GT, splendido quinto posto per Valentino Rossi

Valentino Rossi sembra essersi ormai integrato alla grande nel mondo del Fanatec GT World Challenge. Infatti, l’alfiere dell’Audi #46 gestita dal team WRT aveva già ottenuto un quinto posto nella seconda gara di Misano di due mesi fa, valida per la serie Sprint. Alla sua prima 24 ore di Spa-Francorchamps, il nove volte campione del mondo del Motomondiale aveva chiuso 17esimo, senza commettere alcun errore.

Dopo il decimo posto in qualifica, la gara dell’equipaggio che ha avuto come protagonisti anche Nico Muller e Frédéric Vervisch li ha visto concludere in quinta posizione, vale a dire al miglior risultato del “Dottore” nella serie endurance. Prima di questo fine settimana, il pilota di Tavullia si era detto molto preoccupato dalla difficoltà di questa pista e dal fatto di non averci mai girato prima, ma le cose sono andate davvero alla grande.

Un quinto posto, considerando l’altissimo livello dei piloti presenti in questo campionato, è un risultato eccezionale, che dà grande fiducia in vista del finale di stagione. Valentino Rossi sta imparando alla svelta i segreti del mestiere, anche se una lode va data alla coppia con il quale condivide la vettura, con Muller e Vervisch che sono stati veloci e cinici nel capitalizzare ogni opportunità possibile.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Tornando alla classifica finale, il dominio Audi è stato interrotto dal terzo posto della Porsche #54 del Dinamic Motorsport con il nostro Matteo Cairoli, Alessio Picariello e Klaus Bachler, mentre il quarto è stato appannaggio della Mercedes #2 del Team GetSpeed affidata al terzetto composto da Luca Stolz, Maro Engel e Steijin Schothorst. Uno spettacolo di alto livello e Valentino Rossi può sicuramente sorridere. Prossimo appuntamento con la serie Sprint a Valencia tra due settimane.