Valentino Rossi, che brutta notizia: il suo futuro ora è a rischio?

Brutte notizie per Valentino Rossi dopo la 24 ore di Spa-Francorchamps. Il team WRT per cui corre ha infatti preso una drastica decisione.

Nel corso del fine settimana da poco terminato, Valentino Rossi ha disputato la prima 24 ore di Spa-Francorchamps della sua carriera. La maratona belga, valida per il Fanatec GT World Challenge in cui il “Dottore” ha iniziato a gareggiare in questa stagione, ha segnato l’eosrdio assoluto del pilota di Tavullia in una gara così lunga e complicata, dal quale è uscito con ottimi riscontri.

Valentino Rossi (ANSA)
Valentino Rossi (ANSA)

L’Audi R8 LMS #46 gestita dal team WRT e condivisa con Nico Muller e Frédéric Vervisch ha concluso la corsa al 17esimo posto assoluto, ma non è mai stata in grado di tenere il passo dei migliori. Questo è un discorso che può essere fatto per tutte le vetture schierate dalla casa di Ingolstadt, visto che il dominio è sempre stato detenuto dalle Mercedes (che hanno portato a casa la doppietta), dalle Ferrari, dalle Porsche e dalle BMW.

Inspiegabilmente, le Audi non hanno mai trovato passo, per tutta la durata del fine settimana. La #32 di Charles Weerts, Dries Vanthoor e Kelvin Van der Linde, che sta dominando la serie Sprint e che in quella endurance si è imposta ad Imola, ha navigato nelle retrovie per tutta la prima parte di gara, per poi essere eliminata a causa di un tamponamento, causato proprio da Muller.

La vettura di Valentino Rossi ha così perso tanto terreno per le riparazioni, e sul cofano e sul parafango destro erano ben visibili i segni di un contatto. Tuttavia, anche la #46 non poteva di certo puntare ad un risultato tanto migliore, visto che il ritmo gara è sempre stato lontano dai primi.

Il nove volte campione del mondo del Motomondiale si è comunque detto soddisfatto per i suoi stint di guida, nei quali ha mantenuto un passo discreto ed evitato errori, cosa che non era affatto facile considerando la notte, i doppiati e la stanchezza che poteva sopraggiungere verso la fine della maratona corsa nella foresta delle Ardenne.

I passi in avanti sono evidenti, ed il quinto posto ottenuto in Gara 2 a Misano potrebbe aver dato una motivazione extra al pilota di Tavullia, che ora tornerà in pista ad inizio settembre ad Hockenheim, per la prossima tappa della serie endurance. Tuttavia, nelle ultime ore è emersa una notizia molto negativa per gli appassionati dell’Audi e soprattutto del pesarese, che avrà sicuramente pesanti ripercussioni sul suo futuro.

Valentino Rossi, il team WRT si separa dall’Audi

Dopo la 24 ore di Spa-Francorchamps terminata al 17esimo posto, per Valentino Rossi è arrivata una brutta notizia. Dopo ben tredici anni di collaborazione, il team WRT, gestito dall’ex pilota Vincent Vosse, si separerà dall’Audi alla fine di questa stagione. Si tratta della fine di un’esperienza straordinaria, che ha fruttato una vagonata di successi in classe GT3 grazie alla competenza della squadra ed alla mitica R8 LMS.

Quest’auto, nelle sue tante evoluzioni, ha regalato tantissime soddisfazioni alla casa di Ingolstadt, di cui il WRT era diventato una sorta di team ufficiale. La comunicazione della separazione tra le due parti è arrivata nella mattinata, e la notizia è stata commentata dalle dichiarazioni dello stesso Vosse, fautore dei tantissimi trofei ottenuti.

Quello attuale è un momento molto speciale per il team WRT e tutti noi che ne facciamo parte, dal momento che annunciamo che un capitolo molto lungo della nostra storia si sta chiudendo, ma presto se ne aprirà uno totalmente nuovo. Da questo punto di vista, non poteva andare diversamente, visto che con l’Audi c’è una partnership lunghissima che è iniziata nel lontano 2009, ed è l’unica casa con la quale gareggiamo nelle gare GT3“.

Vosse ha poi aggiunto: “Quello con l’Audi è stato un viaggio fantastico, che ci ha regalato tantissime gioie in questi anni. Tutte le cose nella nostra esistenza hanno un inizio ed una fine, ma l’amicizia che ci lega con tutti loro dell’Audi non perirà mai. Faremo tesoro di tutti i bei ricordi che abbiamo insieme, ed ora ripartiremo con dei progetti nuovi“.

Dunque, questa notizia colpirà direttamente anche Valentino Rossi, e ci sarà da capire quali saranno i piani del team WRT da qui in avanti. Stando a quanto si dice, sembra che la squadra belga potrà essere una di quelle che gestiranno il programma endurance di BMW nella classe LMDh, con la nuova M Hybrid che ha mosso i primi passi la scorsa settimana a Varano de’ Melegari, pista di proprietà della Dallara che ha realizzato il telaio di questa vettura.

La BMW esordirà alla 24 ore di Daytona il prossimo anno e disputerà tutto il campionato IMSA, per poi arrivare anche nel FIA WEC ed alla 24 ore di Le Mans nel 2024. Il team WRT, dunque, potrebbe anche iniziare a gestire le M4 GT3 che hanno da poco debuttato, ed è probabile che il “Dottore” possa risultare coinvolto in quel programma.

Per quanto riguarda l’Audi, è ormai evidente che verso il motorsport sembra esserci disinteresse, con la volontà completa di concentrarsi sul progetto F1 del 2026 e verso l’automotive green. Dopo l’addio a Le Mans nel 2016 e l’ingresso in Formula E, la casa di Ingolstad ha abbandonato anche questo programma, e l’unica categoria che stuzzica è appunto la massima serie, dove potrebbe esordire nei prossimi anni.