F1, Mercedes che guerra nei team radio: Hamilton ha un terribile déjà vu

Il pilota della Mercedes, Lewis Hamilton, non ha accettato di buon grado la scelta della squadra nel finale. Ci saranno grandi discussioni.

Gran Premio palpitante già dalle prime tornate. Tre team si sono dati battaglia, con una Mercedes rinata sul piano delle performance. La Red Bull Racing ha dimostrato di avere una marcia in più, esclusivamente, con Max Verstappen. L’olandese ha dimostrato di essere di un altro livello. Dal primo all’ultimo giro Max ha messo in mostra tutte le sue migliori qualità. Per la Ferrari non c’è stato nulla da fare, ma a strappare applausi è stato il duo della Mercedes. Hamilton e Russell hanno fatto una ottima corsa.

Lewis Hamilton (Ansa Foto)
Lewis Hamilton (Ansa Foto)

Il pilota anglocaraibico non è andato lontanissimo, questa volta, dalla vittoria del Gran Premio. Il nativo di Stevenage ha fatto una bella prestazione, ma nel finale la gomma media ha fatto la differenza, in negativo. Arrabbiatissimo Lewis per il finale di corsa perché è stato subito sverniciato, dopo l’uscita della Safety Car, da Max, George e Charles. II sette volte campione del mondo ha rivissuto un dejà vu di Abu Dhabi. La mescola rossa di Verstappen, ancora una volta, ha fatto una differenza abissale. La W13 è progredita tantissimo, grazie alla direttiva tecnica. Il mondiale è andato, ma la lotta alla seconda posizione nei costruttori.

Lewis Hamilton è sembrato infuriato in un team radio quando ha compreso che sarebbe stato superato dagli inseguitori. Il suo compagno di squadra ha chiesto le gomme soft al team, ma in ogni caso l’errore è stato clamoroso. Russell per poco non ha preso in pieno il posteriore della W13 nel rettilineo, ma successivamente LH44 ha compreso che non si sarebbe stato nulla da fare. La Mercedes, comunque, ha fatto dei clamorosi passi in avanti. Da una parte la Ferrari F1 – 75 sembra aver fatto passi indietro. Sainz e Leclerc hanno fatto fatica con il degrado delle mescole. Schumacher, l’ammissione sulla Mercedes: come reagirà la Ferrari?

F1, Lewis Hamilton rimugina su una scelta

Lewis Hamilton ha provato l’azzardo, provando il restart con una gomma usata. Verstappen lo ha, letteralmente, bruciato. Per il #44, ormai, sembrano lontani i momenti di gioia degli anni scorsi. Max è stato anche fortunato e agevolato dalla virtuale safety car, causata dal problema di Yuki Tsunoda. In ogni caso, l’avaria tecnica al motore di Bottas ha portato l’uscita della SC, ma il team è stato reattivo solo con Russell. Vi saranno grandi discussioni in casa Mercedes, ma il vantaggio del nativo di King’s Lynn, in classifica piloti, diventa sempre più difficile da colmare. Hamilton, nel finale di gara, ha ringraziato i suoi meccanici, ma di sicuro i toni saranno più caldi negli uffici del team teutonico.

L’anglocaraibico, comunque, è rimasto perplesso e non ha nascosto la sua arrabbiatura nei team radio. Ha sfogato la sua frustrazione per le decisioni strategiche della Mercedes nella parte finale del Gran Premio d’Olanda. Ovviamente vi sono anche tanti altri aspetti positivi per l’anglocaraibico. Il #44 è riuscito a tornare in lotta per le prime posizioni e, con una qualifica più fortunata, sarebbe potuto essere anche in prima fila.

A Sky LH44 ha dichiarato: “Credo che ci siano tanti aspetti positivi. Ho vissuto delle montagne russe di emozioni. Ero lì per vincere questa gara e vedermela sfuggire tra le dite è stato doloroso. Mi ha ricordato anche l’ultima gara dell’anno scorso. E’ stato un po’ un dejà vu e da lì che mi è venuta fuori questa rabbia. Se guardo alla macchina, oggi e per tutto il weekend, andava alla grande e mi ha dato sensazioni fantastiche. Avrei potuto partire dalla prima fila se non ci fosse stata la Safety Car (in qualifica, ndr) e saremmo potuti essere lì con gli altri e con la strategia migliore. Oggi ci sono tantissimi aspetti positivi, per questo voglio mantenere la positività e non lascerò che mi abbatta quello che è successo. Prima o poi otterremo la vittoria, ne sono sicuro”.