Una F1 beccata in autostrada: quello che accade dopo è folle

Una monoposto in stile Ferrari F1 è stata filmata tra vetture tradizionali su un’autostrada. Incredibili le immagini che stanno girando in rete.

Ogni giorno nel mondo accadono cose a dir poco impensabili. Noi che ci occupiamo di motori amiamo raccontarvi anche delle curiosità che possono verificarsi sulle strade di città. Le monoposto in stile F1 dovrebbero girare, esclusivamente, in pista ma quanto accaduto in Repubblica Ceca è, certamente, la scena più folle mai ripresa da una vettura imbottigliata nel traffico autostradale.

F1 Ferrari (Ansa Foto)
F1 Ferrari (Ansa Foto)

La monoposto rossa con adesivi del Cavallino Rampante e con alcuni vecchi sponsor in bella vista è stata filmata sull’autostrada D4, a Příbram, in Repubblica Ceca. L’auto intercettata sfoggiava il numero 7 di Kimi Raikkonen sull’alettone posteriore e le scritte degli sponsor Marlboro e Vodafone. L’automobilista ha inseguito la monoposto, affiancandola per inquadrarla nei dettagli. Il pilota, invece, alla guida dell’auto da corso portava un casco rosso e una tuta da gara. Una immagine surreale, considerato il luogo. La fantasia di alcune persone supera ogni immaginazione.

Quasi, certamente, non si tratta di un “professionista”, ma di un appassionato di Ferrari che ha customizzato un’auto di una serie inferiore, spacciandola per una F1. Il problema è che la cosa non si è circoscritta alla sua compagnia di amici del quartiere, ma ha deciso di uscire dal proprio garage per andare a tutto gas tra le vetture tradizionali. Le riprese mettono a nudo, in realtà, un sound e delle prestazioni non proprio da brividi. L’auto non sembra avere un super motore come le monoposto della categoria regina del Motorsport.

Una F1 in autostrada

La vettura dopo essere stata intercettata sulla corsia di sorpasso ha provato l’allungo tra le vetture nel traffico. Sull’alettone posteriore potete osservare la scritta dello sponsor tabaccaio. Una Toyota C-HR si è defilata, lasciando strada al “corridore” che ha provato a spingere a tutto gas. La monoposto in stile Ferrari è stata ripresa qualche chilometro dopo e superata. Un inseguimento che nemmeno Max Verstappen e Charles Leclerc nei Gran Premi la domenica. Una scena tragicomica che ha avuto un finale inaspettato.

L’autostrada D4 si estende per 42 km da Strazny, nel sud, fino alla capitale, Praga. Nessuno è riuscito a fermare il “pilota” dell’auto da corsa. I poliziotti si sono messi alla ricerca, non riuscendo ad identificare il responsabile della gita “fuori porta” azzardata. Naturalmente il protagonista di questa vicenda ha violato numerose leggi sul traffico stradale. Certe auto mai nella vita possono essere portare in strada per effettuare dei test tra le vetture tradizionali. Per fortuna nessuno si è fatto male e non ci sono stati incidenti, ma sembra assurdo che l’automobilista al volante della vettura da corsa sia riuscito a tornare a casa senza imbattersi in ufficiali del traffico.

Le monoposto sono costruite per andare in pista, fatte su misura per il pilota. Non possono finire, anche se non originali, su strade pubbliche. E’ lo stesso principio che vieta ad un ragazzino che si allena in un kartodromo di uscire in strada, direttamente, sul kart con la tuta e il casco. Rappresenterebbe un pericolo per gli altri automobilisti e per i perdoni. Le vetture con delle modifiche significative devono essere omologate per girare in strada. Solo modificando l’altezza da terra, montando luci e sospensioni adatte si avvicinerebbe ad una vettura da strada. La monoposto, naturalmente, non presentava nemmeno le frecce.

F1, GP Monza verso il sold out: ecco quanti biglietti rimangono. Un’altra curiosità per voi riguarda la nuova Maserati GranTurismo pizzicata in strada in esclusiva dalla redazione di TMW. Il pilota di giornata, noncurante delle violazioni del codice della strada, è scappato via. Non avendo una targa, l’unico modo per intercettarlo sarebbe dovuto essere un inseguimento di una volante. Ora lasciamo parlare le immagini, ricordandovi che non vanno mai imitati certi comportamenti irresponsabili sulle strade. Le conseguenze possono essere gravissime. Il video è diventato virale e in qualche modo gli inquirenti proveranno a risalire all’identità del trasgressore.