F1, GP Monza verso il sold out: ecco quanti biglietti rimangono

Il mondiale di F1 farà tappa a Monza il prossimo 11 settembre, dove si attende il tutto esaurito. Sono rimasti già pochi biglietti.

Il Gran Premio d’Italia si terrà nel fine settimana compreso tra il nove e l’undici di settembre prossimo, quando i beniamini della F1 faranno la seconda visita stagionale al nostro paese dopo quella di Imola dello scorso aprile. La pista di Monza è da sempre una delle più amate dai piloti, che non hanno mai nascosto il loro amore per l’Italia ed il Tempio della Velocità.

Tifosi con la bandiera Ferrari sulle tribune del Gran Premio d'Italia di F1 2021 a Monza
Tifosi con la bandiera Ferrari sulle tribune del Gran Premio d’Italia di F1 2021 a Monza (Foto Ferrari)

A meno di sconvolgenti episodi tra il Belgio e l’Olanda, ritroveremo una situazione di classifica drasticamente diversa rispetto a quella che avevamo visto ad Imola qualche mese fa, visto che all’epoca Charles Leclerc arrivò in Italia con 46 punti di vantaggio su Max Verstappen, che proprio dalla gara di casa della Ferrari iniziò la propria rimonta iridata, passando in testa al campionato un mese dopo con i successi di Miami e Barcellona.

La Ferrari ha esaltato le folle nelle prime gare, ma la Red Bull è venuta poi fuori prepotentemente quasi sbeffeggiando la Scuderia modenese, i cui vertici si stanno coprendo di ridicolo a causa di strategie a dir poco folli, che hanno chiuso a Leclerc ogni possibilità di vincere il suo primo titolo in carriera in F1.

Oltre a ciò si aggiunge il fatto che la pista di Monza, almeno sulla carta, non sorride di certo alle Rosse. La presenza dei lunghissimi rettilinei e l’assenza di tratti lenti favorisce nettamente la RB18, che ha già mostrato il suo strapotere sugli allunghi in passato. Ciò non vuole dire che il GP d’Italia sia già stato assegnato in partenza, ma è chiaro che il team di Milton Keynes è il grande favorito.

Non sarà facile, per la Ferrari, pensare di approntare una rimonta mondiale, ma sarebbe comunque bello regalare una vittoria in casa ai tifosi, per riscattare anche la disfatta di Imola dove nessun pilota del Cavallino era salito sul podio, mentre la Red Bull aveva festeggiato una devastante doppietta.

F1, ecco la situazione biglietti per il Gran Premio d’Italia

Il Gran Premio d’Italia di F1 è sempre uno di quelli che ha fatto registrare le migliori cornici di pubblico, vista la grande passione dei nostri tifosi, che sono soliti dipingere di rosso tutto l’Autodromo Nazionale di Monza. La Ferrari non aveva di certo ben figurato negli ultimi due anni, ma grazie ad una macchina competitiva, nonostante una squadra inaffidabile, è possibile sperare in un bel risultato.

Quest’anno sarà possibile ospitare il 100% degli spettatori dopo il 50% dello scorso anno e le porte chiuse del 2020, e c’è da dire che gli appassionati hanno risposto davvero alla grandissima. Per il momento, è stato venduto il 97% dei biglietti disponibili, con 110 mila persone che sono attese solo nella giornata di domenica, quella in cui ovviamente si disputa la corsa di F1.

Alessandra Zinno, responsabile del tracciato situato in Brianza, ha spiegato: “L’aspetto che a noi fa più piacere è che la vendita dei biglietti non è andata di pari passo con i tanti alti e bassi effettuati dalla Ferrari nel corso di questa stagione. Devo dire che l’amore incondizionato dei tifosi italiani e non solo per il Cavallino sta riempendo Monza, per cui mi sento di ringraziare tutte queste persone“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Al momento sono stati venduti il 69% degli abbonamenti per i tre giorni, quelli che danno la possibilità di assistere alle prove libere del venerdì, alle qualifiche del sabato ed alla gara di domenica. Per il venerdì sono stati venduti 74 mila biglietti, mentre 83 mila sono sold out per il sabato. Il tracciato brianzolo, per accogliere più gente possibile, si sta attrezzando montando alcune tribune extra, nella speranza che il pubblico sia sempre più numeroso per assistere ad un grande spettacolo.