MotoGP, Joan Mir in Ducati? Ciabatti svela la verità

Ciabatti fa chiarezza sulle voci inerenti l’interessamento Ducati per Joan Mir, ribadendo quale sia lo scenario in ottica futura.

Ducati non ha ancora annunciato il nome del futuro compagno di Francesco Bagnaia nel team ufficiale, ha preso tempo. Vuole fare delle valutazioni ulteriori prima di scegliere definitivamente.

Joan Mir (Ansa Foto)
Joan Mir (Ansa Foto)

Scaricato Jack Miller, che ha deciso di firmare con KTM invece di accettare la retrocessione in Pramac, la casa di Borgo Panigale sta essenzialmente valutando due alternative: Enea Bastianini e Jorge Martin. L’italiano era il grande favorito, ma le quotazioni dello spagnolo sono in ripresa e la partita rimane aperta.

Il Bestia ha vinto tre gare in questo campionato MotoGP, ma non è stato costante e ha avuto alcune cadute. Di scivolate e ritiri ne ha collezionati ancora di più il collega, ma il secondo posto a Montmelò lo ha rimesso in corsa e adesso c’è l’accoppiata Sachsenring-Assen che può essere decisiva per il loro futuro.

MotoGP, Joan Mir nel team factory Ducati? Tardozzi fa chiarezza

Nelle ultime settimane era anche giunta dalla Spagna un’indiscrezione riguardante contatti tra Ducati e il manager di Joan Mir, in uscita dalla Suzuki. Certamente il campione del mondo MotoGP del 2020 sarebbe felice di salire sulla Desmosedici dal prossimo anno, ma sembra che ciò non sia destinato a succedere.

Paolo Ciabatti ha risposto in merito ai rumors circolati sul nome di Mir: “È un grande pilota, ma non abbiamo mai avuto contatti con lui. Penso che la scelta sarà solo tra Jorge ed Enea, non ci sarà un altro pilota coinvolto. E rinnoveremo con Zarco per il Pramac”.

Il direttore sportivo Ducati smentisce che vi sia la possibilità di vedere Mir nella squadra ufficiale MotoGP. Sono Martin e Bastianini i contendenti, nessun altro. Ciabatti spiega anche la tempistica probabile per la decisione: “Probabilmente aspetteremo fino alla seconda gara di agosto per valutare un po’ la situazione. L’obiettivo era tenere Jorge ed Enea con noi, penso che lo abbiamo raggiunto. Ora vedremo chi andrà nel team ufficiale”.

La casa di Borgo Panigale potrebbe attendere oltre le due gare al Sachsenring e ad Assen per scegliere tra i due piloti. Si è voluto dare anche più tempo allo spagnolo, visto che ha avuto dei problemi fisici che lo hanno condizionato e non ha potuto dare il meglio di sé. E proprio Martin ultimamente ha detto di volere fortemente il team factory Ducati, altrimenti potrebbe valutare un’altra opzione per il suo futuro.