Leclerc, la fidanzata infiamma i social: curve da capogiro per lei (FOTO)

Charles Leclerc ha provato a dimenticare la delusione di Monaco, trascorrendo un po’ di tempo in compagnia della sua bella Charlotte. Ecco dove sono stati beccati.

Charles Leclerc ha staccato la spina, dopo due settimane molto intense e deludenti. Il monegasco avrebbe potuto salire a sei successi iridati in carriera e fortificare la sua posizione di vantaggio su Max Verstappen, ma le cose non sono andate per il verso giusto. Il ritiro di Barcellona per un problema tecnico al motore ha rappresentato la prima insoddisfazione. I 25 punti erano da cogliere al volo, date le difficoltà nella prima parte di gara di Max Verstappen.

Charles Leclerc (LaPresse)
Charles Leclerc (LaPresse)

Il DNF ha spalancato le porte ad entrambe le Red Bull Racing, dando la possibilità di vittoria al campione del mondo olandese. La seconda doppietta stagionale del team austriaco ha determinato il sorpasso in classifica costruttori. A Monaco, per quanto impensabile, le cose sono addirittura peggiorate nonostante entrambe le Rosse abbiano visto la bandiera a scacchi. Il leader Charles Leclerc si è ritrovato da primo a quarto nel giro di pochi concitati minuti che hanno segnato la sua gara.

Al via una pioggia improvvisa aveva sconvolto i programmi. Da gara prevedibile si è presto trasformata in una roulette dove, alla fine, non è uscito il rosso. Dopo una partenza ritardata di un’ora, il driver di casa ha iniziato a tenere un ritmo indiavolato, guadagnando terreno sugli immediati inseguitori. I fan erano con il fiato sospeso per la maledizione del ferrarista nella sua gara di casa. Tutto lasciava presagire un lieto fine, ma le cose sono andate male per una errata strategia degli uomini al muretto box della Scuderia.

Charles Leclerc aveva dato il 100% per ottenere una splendida pole position in qualifica. L’unico errore poteva arrivare da una pessima strategia del muretto in gara. Tutti commettono errori, ma quelli di alcuni elementi della squadra italiana sembrano ripetersi in modo puntuale ogni stagione. L’head of strategy, Inaki Rueda, ha spiegato, per l’ennesima volta, cosa è andato storto nel corso del Gran Premio. Gli esperti della Rossa avrebbero potuto copiare la strategia di Sergio Perez, coprendosi immediatamente.

Charles Leclerc in barca con Charlotte

Charles è stato richiamato tardi per il passaggio alle gomme intermedie. Il traffico della Williams di Albon ha completato un disastro con pochi precedenti a Monaco. Nel giro di poche tornate l’idolo di casa si è ritrovato alle spalle di Sergio Perez, del suo compagno di squadra spagnolo e del rivale alla corona olandese. Per Leclerc ora i numeri parlano chiaro: la Ferrari deve svegliarsi. La sfortuna, i problemi tecnici, le strategie errate devono stare alla larga d’ora in avanti.

Lo zero di Barcellona e il quarto posto di Monaco hanno fatto scivolare CL16 alle spalle di Max Verstappen di nove punti. Dietro al monegasco, Sergio Perez è arrivato a sei punti di distanza in classifica piloti. Un disastro totale, dato il ritmo avuto da Charles sul suo giardino di casa e i risultati della prima parte di stagione. Con gli occhi lucidi, al termine della corsa di Monaco, Charles ha massacrato la Scuderia per i suoi errori. Il ferrarista inizia ad essere stanco degli sbagli della squadra. Ama la Scuderia che gli ha dato la possibilità di arrivare ai vertici della F1, ma vuole iniziare a cogliere dei risultati in linea con il suo talento.

Leclerc è diventato uno dei piloti con il tasso di conversione delle pole in vittore peggiore della storia della F1. Il suo straordinario talento lo ha portato a cogliere 14 pole position e sole 4 vittorie. In alcune occasioni ha sbagliato lui, ma in molte altre è stato frenato dalla sfortuna, dalle tattiche del muretto box della Ferrari e da problemi tecnici. Inoltre, non ha sempre avuto una vettura capace di arrivare nelle prime posizioni. Dopo due anni molto tosti, è finalmente tornato sul primo gradino del podio.

Un trionfo che mancava dalla Rossa dalla notte di Singapore di Vettel nel settembre del 2019. Dopo la strategia errata degli esperti al muretto, il ventiquattrenne non ha potuto fare granché. Non ha provato il sorpasso nelle fasi finali di Monaco perché non c’erano le condizioni giuste per provare una manovra. I ferraristi avrebbero dovuto sfruttare le caratteristiche della F1-75 nelle ultime due gare per issarsi nelle prime due posizioni. Dopo la doppia delusione di Barcellona e Monaco, il pilota ha preferito rilassarsi in barca in compagnia della sua compagna. La relazione di Charlotte Siné e Charles Leclerc continua a gonfie vele.