Hamilton, stoccata alla Ferrari: sentite cosa ha detto dopo le qualifiche

Lewis Hamilton scatterà dalla sesta casella nel Gran Premio di Spagna. Ecco il commento del sette volte campione del mondo.

Una qualifica sicuramente positiva quella della Mercedes, tornata stabilmente terza forza e molto più vicina del solito rispetto a Red Bull e Ferrari. George Russell scatterà dalla quarta posizione, ed è riuscito a mettersi alle spalle la RB18 di Sergio Perez, un risultato che sembrava impossibile sino a poche ore fa. Lewis Hamilton è sesto e chiude il gruppo dei top team, ritrovandosi nuovamente battuto dal compagno di squadra.

Hamilton (LaPresse)
Hamilton (LaPresse)

Il sette volte campione del mondo è stato alle spalle dell’ex Williams per tutto il fine settimana, e non riesce a smentire le difficoltà di questo inizio di stagione. La qualifica odierna lo ha visto concludere con un gap di solo un decimo da George, trovando un buon giro nel finale che non gli è comunque bastato per stargli davanti.

Hamilton deve cercare una via d’uscita in un momento molto complesso, ed anche oggi ha rischiato di restare escluso dalla terza fila. La strabiliante Alfa Romeo Racing di Valtteri Bottas ha infatti siglato il settimo tempo, ad appena 96 millesimi dalla Mercedes dell’ex compagno di squadra.

I distacchi sono risultati piuttosto contenuti nella qualifica del Gran Premio di Spagna, con Kevin Magnussen che ha portato la Haas in ottava piazza a 74 millesimi dal finlandese. La top ten l’hanno completata Daniel Ricciardo con la McLaren, che finalmente è riuscito a battere Lando Norris, e Mick Schumacher, per la prima volta in carriera in Q3, ma nuovamente ben lontano dal compagno di squadra che gli ha rifilato sette decimi.

Per quanto riguarda la gara, non è facile effettuare dei pronostici. La Red Bull di Max Verstappen è stata la migliore nelle simulazioni di passo gara, ma c’è da dire che la Ferrari, dopo le enormi difficoltà del venerdì, ha migliorato e di molto il proprio rendimento nelle ultime libere, effettuando due long run con i piloti.

Hamilton, l’obiettivo è lottare con le Ferrari in gara

Lewis Hamilton partirà alle spalle di Sergio Perez, mai competitivo nel corso di questo fine settimana e che è stato addirittura battuto da George Russell. Al termine delle qualifiche, il sette volte campione del mondo ha raccontato le proprie sensazioni, non nascondendo la volontà di sfidare le Ferrari.

Il team ha fatto un grande lavoro e dunque devo fare un grande ringraziamento a tutti quelli che non hanno mai mollato la presa in fabbrica, perché la nostra vettura non soffre più di porpoising in rettilineo e questo per noi è un enorme passo avanti. E la vettura è sembrata molto più gentile globalmente nel suo comportamento, in questo fine settimana“.

Abbiamo ancora dei sobbalzi quando andiamo ad affrontare le curve veloci, come alla 3 o alla 9, e dunque abbiamo bisogno di continuare a lavorare e vedere se riusciamo a guadagnare del carico da qualche parte. Chiaramente sono un po’ dispiaciuto perché avrei voluto essere più avanti, specie dopo aver visto che George ha fatto meglio di me, ma continuerò a spingere“.

Hamilton ha poi concluso parlando proprio di un’ipotetica sfida con la Ferrari, commentando in maniera simile a quanto fatto dal suo compagno di squadra: “Ieri avevamo il miglior passo gara e speriamo di poter iniziare a lottare con la Ferrari ad esempio, sarebbe un grande risultato. Sarebbe davvero grandioso“.

Secondo il sette volte campione del mondo, la Red Bull e Max Verstappen sono i grandi favoriti, visto quanto messo in mostra al venerdì: “Penso che la Red Bull abbia le carte in regola per essere la più veloce, ma noi sembriamo poter competere forse con la Ferrari domani e questo è un grande passo avanti per noi dopo le difficoltà passate“.