F1, Max Verstappen rischia tutto: così vuole battere le Ferrari a Imola

Il pilota olandese, Max Verstappen, spera di tornare in lizza per la vittoria nel prossimo Gran Premio dell’Emilia-Romagna con un nuovo pacchetto per la sua RB18.

Non c’è più tempo da perdere in casa Red Bull dopo il doppio zero di Max nelle prime tre uscite stagionali. All’esordio e in Australia la squadra austriaca ha dovuto subire un duro contraccolpo psicologico per i ritiri improvvisi di Verstappen. L’olandese è già spalle al muro. Dall’altra parte della barricata, invece, Charles Leclerc continua a sfoggiare un ritmo sensazionale e nessuno è capace di poter tenere testa all’alfiere della Ferrari, autentico mattatore in questo inizio di stagione.

Max Verstappen (LaPresse)
Max Verstappen (LaPresse)

La classifica parla chiaro e la Red Bull Racing non può consentirsi altri passi falsi, ma al tempo stesso dovrà cercare di trovare la quadra per rendere affidabile la RB18. Se l’olandese non si fosse ritirato negli appuntamenti di Bahrain e Australia sarebbe in scia in classifica piloti del monegasco. Il figlio d’arte di Jos occupava, infatti, la seconda posizione in occasione di entrambi i DNF. Al momento Max Verstappen è fermo a 25 punti, gli unici che sono arrivati nell’illusorio appuntamento dell’Arabia Saudita.

La situazione nel box si fa incandescente anche perché la pazienza del campione del mondo ha un limite. Dopo il ritiro di Melbourne il giovane classe 1997 ha parlato con la squadra, cercando di capire i problemi tecnici che affliggono la sua Red Bull. Inevitabilmente è già consapevole che gli avversari godono di un vantaggio tecnico non indifferente e, nel prosieguo della stagione, continueranno a sviluppare la monoposto, mentre la RB deve correre ai ripari ora, prendendosi dei rischi. Mattia Binotto ha ammesso che in tempi duri di budget cap bisogna sfruttare il timing giusto per apportare le modifiche alle wing car.

Max Verstappen all’attacco delle Ferrari

A livello prestazionale la RB18 ha messo in mostra un potenziale elevato e superiore a Mercedes e a tutte le altre squadre. L’unica eccezione è rappresentata dalla F1-75 che sembra un’auto senza particolari difetti. Veloce, leggera e affidabile. L’auto austriaca soffre, invece, di graining e continua ad avere problemi in merito all’affidabilità. Dovrà essere alleggerita, inoltre, dato il peso in eccesso rispetto alla Rossa. Sono tante le preoccupazioni al momento per Horner, team principal della Red Bull Racing, e gli altri uomini della squadra.

I tecnici di Milton Keynes non possono rimanere con le mani in mano, sperando di riuscire a trovare una soluzione naturale al problema, ma dovranno apportare delle modifiche in vista già dell’appuntamento di Imola. Per l’olandese sarà indispensabile, ovviamente, concludere la gara e anche segnare dei punti pesanti che lo possano riabilitare in classifica. Al momento Max Verstappen è sesto alle spalle non solo dei ferraristi, ma anche di entrambi i piloti della Mercedes e del compagno di squadra Sergio Perez. Dopo 3 round il distacco dalla vetta è già di 46 punti.

Helmut Marko, consigliere della Red Bull Racing, ha promesso un all-in per colmare il divario dalla Rossa, anche se Horner aveva affermato il contrario. La RB18 soffre, particolarmente, i settori lenti. Ma il punto debole non è l’handling ma l’affidabilità. Marko ha chiarito che la Honda ha assicurato che il problema è superato e non vi saranno altri guai con l’alimentazione del carburante. “Abbiamo deciso che andremo all’attacco totale e prenderemo dei rischi. Anche se funziona solo a metà, utilizzeremo un aggiornamento. Non siamo ragionieri. Sarà difficile, ma correremo il rischio”, ha annunciato Marko ai microfoni di GPBlog.

Max Verstappen non aspettava altro, si prenderà dei rischi in pista, congiuntamente al suo team. Non possono più temporeggiare, considerato il distacco anche in classifica costruttori. La Ferrari comanda a 104 punti, precedendo la Mercedes a 65 e la Red Bull Racing a 55. Il gap è molto ampio dopo sole tre gare. L’appuntamento imolese (ecco qui gli orari del fine settimana) darà delle importanti risposte per la squadra austriaca.