Lewis Hamilton, arriva un trofeo particolare: è l’11a volta in carriera

Lewis Hamilton infrange ogni muro, vincendo per l’undicesima volta il trofeo: mai nessuno aveva fatto come lui.

Il suo cognome con il pilota a cui è dedicato il trofeo, si somigliano. C’è quasi assonanza tra Mike Hawthorn e Lewis Hamilton. Al campione britannico dei giorni nostri, è stato assegnato per l’ottava volta consecutiva, il trofeo Hawthorn Memorial Trophy.

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Getty Images)

Il trentasettenne, ha portato a casa il cimelio, nonostante nel 2021 non sia riuscito a vincere il Mondiale. Che sia l’ultima volta? Visto che secondo Toto Wolff, Lewis sarebbe molto vicino al ritiro? Il premio di cui si parla, per saperne di più, viene assegnato al pilota del Commonwealth che ottiene il miglior risultato nel campionato del mondo di F1.

Steiner punzecchia la Mercedes: “Ecco cosa non vogliono sentire”

Ancora Lewis Hamilton per il Trofeo Hawthorn

Stavolta, è bastato un secondo posto, per il campione nato a Stevenage, naturalmente nel Regno Unito. Anche perché probabilmente in Gran Bretagna, sono molti i sostenitori delle polemiche fatte da Mercedes, per la direzione dell’ultima Gara. Meritevole o no di vincere Mondiale e trofeo, ad ogni modo si è optato per Lewis. Questa, è l’undicesima volta che riesce a vincerlo.

All’evento Night of Champions di Motorsport UK al Royal Automobile Club di Londra, l’annuncio che fuga ogni dubbio. A breve, conosceremo anche il futuro di Hamilton, ma intanto sappiamo cos’ha fatto di buono all’età di 37 anni, sfiorando il suo ottavo Mondiale.

Toto Wolff ammette tutto sulla Mercedes: ecco cosa è successo nel 2021

Durante i suoi quindici anni di carriera quindi, il ragazzo Mercedes ha quasi sempre portato a casa questo trofeo creato in memoria del primo britannico che riuscì a vincere un Mondiale, morto nel lontano 1958. Gli unici anni in cui questa clamorosa striscia di Lewis Hamilton, che avrà una bacheca a parte per gli Hawthorn Memorial Trophy, è stata spezzata, la “colpa” è stata di Button e Webber. Janson Button, ha avuto il riconoscimento nel 2009 e nel 2011 e Mark Webber nel 2010 e nel 2013.