Turrini, commento controcorrente: “Perché la Ferrari SF21 non mi piace”

Il noto giornalista di Formula 1, Leo Turrini, boccia la Ferrari SF21 presentata oggi, con cui la Rossa si presenta al Mondiale 2021

La Ferrari SF21
La Ferrari SF21 (Foto Ferrari)

Sono grandi le aspettative riposte dai tifosi ferraristi di tutto il mondo sulla Ferrari SF21, l’ultima nata del Cavallino rampante, chiamata a riportare la Scuderia nelle posizioni che le competono dopo una stagione disastrosa.

Eppure c’è anche chi appare molto scettico, dopo aver ammirato le prime immagini della nuova vettura presentata oggi. Non si tratta di un osservatore qualsiasi, ma di Leo Turrini, veterano dei giornalisti italiani di Formula 1 e da sempre ben informato sui fatti di Maranello. I suoi commenti sulla SF21 sono tutt’altro che lusinghieri: “Non mi piace”, ha dichiarato ai microfoni del sito Calciomercato.com. “E non mi riferisco alla macchina in sé. Per carità, la SF21 esteticamente è un bel vedere e la soluzione cromatica adottata è pure accattivante. Ma non mi piace l’approccio alla nuova stagione”.

Per Turrini, la Ferrari non punta abbastanza in alto

Turrini sostiene che la Rossa sia stata troppo poco ambiziosa: “Sei la Ferrari, sei storicamente una eccellenza italiana, sei il prototipo di una emozione. Ma se dichiari da subito che l’obiettivo è migliorare il sesto posto (su dieci squadre) nel Mondiale costruttori, insomma… Sicuramente sono fatto male io, ma da ferrarista reclamo il diritto a sognare! Non ho l’anello al naso, so bene che la Mercedes è inarrivabile. Ma da Maranello cerca di darmi una prospettiva anche nel breve, dai”.

Secondo il giornalista, è un rischio riporre tutte le aspettative sul nuovo regolamento che entrerà in vigore nel 2022: “Così si determina una attesa messianica e io in giro mica vedo il Redentore! Vedi, se sei un team qualunque puoi anche volare rasoterra. Se sei la Ferrari e negli ultimi tre Gran Premi del 2020 conquisti la bellezza di un punto, ho scritto un punto, ecco, io mi aspetto una reazione. Immediata. Mica nel 2022″.

I guai della squadra modenese, del resto, vengono da lontano: “Aggiungo, per onestà intellettuale, che non è solo colpa di Mattia Binotto o di John Elkann. La Ferrari nel presente paga una prolungata dispersione del suo capitale umano. Dal dopo Schumi, facciamo dal 2009, non si contano gli ingegneri e i manager bruciati dal Cavallino. Non di rado poi li abbiamo ritrovati a vincere in Mercedes, pensa te. Ecco, ricostruire non è semplice. Ma un pizzico di ambizione in più, adesso, sarebbe gradita”.

LEGGI ANCHE:
 —> Ferrari SF21, presentata la vettura 2021 del Cavallino (FOTO e VIDEO)
 —> Ferrari SF21, il presidente Elkann: “Onoreremo il nome di Enzo” (VIDEO)
 —> Ferrari SF21, le prime impressioni dei piloti Leclerc e Sainz (VIDEO)

La Ferrari SF21
La Ferrari SF21 (Foto Ferrari)