Dal Giappone arriva il SUV che clona la FIAT: ha fatto faville sul mercato

Prendete uno Sport Utility Vehicle dall’animo FIAT, valutatelo con un prezzo super conveniente e il trionfo sul mercato sarà garantito.

In un momento storico dove i SUV vanno per la maggiore, in Giappone hanno avuto l’intuizione di sfruttare le linee nostrane per la produzione di un mezzo che definire interessante sarebbe riduttivo. Tutte le case produttrici stanno scavalcando con soddisfazione l’hype mondiale delle vetture a ruote alte adatte alle città.

Dal Giappone arriva il SUV che clona la FIAT
Il SUV FIAT giapponese – Tuttomotoriweb.it

La Suzuki ha realizzato un SUV con una commistione molto forte con il Belpaese. L’auto può vantare un componente realizzato dalla FIAT nella sua quarta gen, che ha seguito della versione originale venne rilasciata tra il 1988 e il 1998. La casa torinese ha avuto la possibilità di iniziare una collaborazione con la possibilità di aumentare fama e fatturati. Tutti ricorderanno la Sedici, nata dalla combinazione numerica di “4×4”.

La costruzione del modello, unitamente a quello della Suzuki SX4, avvenne negli stabilimenti ungheresi della casa giapponese. La collaborazione ha avuto ottimi risvolti per le due case produttrici. La collaborazione si è estesa anche alla Suzuki Vitara per quanto riguarda l’elettronica, la meccanica, il cambio, la trasmissione e l’abitacolo. Il SUV equipaggiava un motore della FIAT, nello specifico il Common Rail usato sulla Bravo.

Il SUV Suzuki dal motore FIAT

Sul piano del design tutte le caratteristiche storiche della Suzuki erano state rispettate. Si trattava di un modello che sul piano estetico ricorda altri masterpiece della casa. La collaborazione con la FIAT è durata sino al 2018, quando gli specialisti giapponesi cambiarono le caratteristiche della Vitara. Furono fatti fuori i vecchi motori diesel e benzina da 1,6 litri, promovendo il passaggio dei turbo benzina da 1.0 e 1.4 litri più adatti alle esigenze nelle giungle urbane.

Il SUV Suzuki dal motore FIAT
Design Suzuki Vitara (Media Press) Tuttomotoriweb.it

L’auto venne rivista con un frontale diverso, in cui spiccava una grossa griglia centrale, gruppi ottici diversi rispetto al precedente modello e un abitacolo allestito in maniera differente. Ha fatto l’esordio l’ibrido, nel 2021, puntando al futuro. L’1.4 boosterjet da 129 cavalli venne accolto con positività, insieme full hybrid da 114 cavalli. La vettura nata dalla collaborazione con la FIAT ha avuto un grande successo commerciale, ma poi il brand nipponico ha deciso di puntare con decisione al futuro. Non tutti sapevano della collaborazione. Sul mercato usato troverete ancora tanti SUV Vitara con i motori della casa torinese, oggi facente parte del Gruppo Stellantis. Date una occhiata alle ultime novità del colosso italo-francese.

Impostazioni privacy