Ferrari, Leclerc sapeva già dell’arrivo di Hamilton? La sua reazione è tutta da gustare

In casa Ferrari il 2024 è iniziato con il botto. Prima il rinnovo pluriennale di Leclerc e poi l’annuncio dell’accordo con Lewis Hamilton dal 2025.

L’operazione Ferrari – Hamilton ha scaldato il cuore dei fan della Formula 1. Al di là del sostegno della marea rossa il passaggio del 7 volte iridato anglocaraibico nel team dove Michael Schumacher è salito a quota 7 riconoscimenti iridati in carriera, ha capovolto il circus sotto sopra. Sembrava non arrivare mai il coronamento del matrimonio tra il fenomeno della Mercedes e la Scuderia modenese.

Ferrari, Leclerc sapeva già dell’arrivo di Hamilton? La sua reazione è tutta da gustare
Hamilton in Ferrari e l’ammissione di Leclerc (Ansa) tuttomotoriweb.it

Nel 2025, invece, sulla Rossa vi sarà l’adesivo con il numero 44. Un novità che rischia di spazzare via le certezze della concorrenza. La Mercedes, infatti, si è trovata spiazzata dalla decisione di Lewis. Quest’ultimo aveva firmato un biennale con la casa di Stoccarda e sembrava convinto di chiudere la sua carriera su una freccia d’argento. La proposta di Elkann ha, letteralmente, cambiato gli scenari.

Secondo La Gazzetta dello Sport, la Ferrari darà a Lewis Hamilton un ingaggio annuo di 50 milioni di euro. Per il Telegraph, invece, lo stipendio sarà ancora più alto e si aggirerà sui 60 milioni a campionato. Per ora il vincitore di 103 GP ha firmato per il 2025 e per il 2026. L’attenzione si sposterà già tra pochi giorni sulla SF-24 che rappresenterà la base tecnica per la vettura del prossimo anno. Nel 2026, invece, le regole tecniche cambieranno e tutto potrebbe essere stravolto.

Hamilton in Ferrari e l’ammissione di Leclerc

Con una super coppia di piloti la Ferrari inizierà a dare la caccia a Max Verstappen e alla Red Bull Racing. Ci sarà un mix di carisma e talento che, a Maranello, mancava da tempo. Trovare la quadra sarà un compito arduo per il team principal della Rossa, Frederic Vasseur. Quest’ultimo è consapevole delle qualità di entrambi, avendoli allevati in passato.

Ci sarà una forte pressione sulla Rossa. John Elkann avrebbe convinto Lewis, anche attraverso un investimento congiunto nel suo progetto Mission 44, tramite il marchio Exor del valore di oltre 272 milioni di dollari. Hamilton diventerebbe brand ambassador del brand. Lewis non ha potuto dire di no e, al di là del testa a testa interno, per Leclerc potrà essere la grande occasione di confrontarsi con un fenomeno assoluto, dopo l’esperienza biennale vissuta nel 2019 e nel 2020 con Sebastian Vettel.

Qualora il monegasco dovesse, a parità di auto, battere anche Lewis Hamilton, legittimerebbe una posizione di leader nella squadra modenese. Una convivenza che ad oggi sembra svantaggiosa potrebbe persino giovare al monegasco. Sentite cosa dichiarò lo scorso anno in merito alle speculazioni che ruotavano intorno ad Hamilton. Alla domanda sulle caratteristiche ideali del suo teammate, Leclerc guardo e salutò il driver della Mercedes. E se fosse stato già a conoscenza della trattativa? Questo spiegherebbe tante cose. Ora in Ferrari dovranno solo pensare a costruire una monoposto di altissimo livello che possa consentire ad entrambi di eccellere in futuro.

Impostazioni privacy