Ferrari, l’auto 2024 inizia a far sognare: c’è la voce che fa tremare i rivali

A Maranello si lavora duramente sulla monoposto del 2024, che verrà svelata tra poco più di un mese. Ecco cosa emerge sulla nuova auto.

Dopo oltre un mese dalla fine dello scorso campionato, l’attesa per quello del 2024 è alle stelle. La Ferrari svelerà la nuova 676 il prossimo 13 di febbraio, e tra poche settimane verrà annunciato quello che sarà il suo nome ufficiale. A Maranello si lavora senza sosta per cercare di portare al via della stagione una monoposto che possa rivelarsi competitiva, e che ha già superato il crash test al CSI di Bollate, senza dover ripetere la prova come invece accadrà per la Red Bull.

Ferrari i tifosi sognano
Ferrari con Charles Leclerc in azione (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

La Ferrari vuole portare in pista un’auto che sia equilibrata, ma soprattutto più facile da guidare per i piloti. Charles Leclerc e Carlos Sainz si sono ritrovati a combattere con gravi guai di guidabilità lo scorso anno, cosa che li portava spesso a commettere errori ed a non sfruttare al 100% il potenziale dell’auto. Nelle ultime ore, sono arrivate voci molto positive sul nuovo progetto.

Ferrari, grande miglioramento rispetto alla vecchia

Come ogni anno, si fanno largo tante indiscrezioni che riguardano la Ferrari che verrà, che come detto, per il momento non ha ancora un nome ufficiale, e che viene identificata con il numero di progetto 676. Di certo c’è che sarà una sorta di rivoluzione rispetto alla SF-23, almeno stando a quanto dichiarato dal responsabile Enrico Cardile, che sta dirigendo il gruppo di lavoro che si occupa della nuova monoposto.

Charles Leclerc e Carlos Sainz inseguono il sogno
Charles Leclerc e Carlos Sainz in azione (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

Stando a quanto riportato dal “Corriere dello Sport“, pare che la nuova Rossa sia più veloce di 7 decimi al simulatore rispetto alla SF-23 di fine anno, quella che con Charles Leclerc ha ottenuto due ottimi secondi posti a Las Vegas e ad Abu Dhabi, alle spalle dell’imprendibile Red Bull di Max Verstappen. Ecco cosa è stato riportato nell’articolo: “Al momento, la F2024, o comunque si chiamerà, mostra qualcosa come 7 decimi di miglioramento nelle simulazioni rispetto alla SF-23 di fine stagione, che male proprio non era“.

Come detto però, di voci positive sulla Ferrari ne circolano ogni anno, con la pista che ha poi prontamente sempre smentito le attese. Lo scorso inverno, infatti, si diceva che la SF-23 sarebbe stata in grado di competere con la Red Bull, per poi dimostrarsi di circa un secondo al giro più lenta rispetto alla RB19 sul passo gara, per buona parte del campionato.

Ovviamente, è meglio sentire parlare di indiscrezioni favorevoli, ma non deve esserci alcun tipo di entusiasmo. La monoposto farà il proprio debutto a Fiorano Modenese dopo la presentazione, con Charles Leclerc e Carlos Sainz impegnati nel Filming Day. La FIA, dal 2024, darà la possibilità alle squadre di girare per 200 km e non più per 100 nel corso di queste giornate, e ce ne saranno a disposizione due per stagione. Di certo, si tratta di una buona occasione per accumulare quanti più dati possibili, con la Scuderia modenese che ha grande necessità di arrivare pronta in Bahrain, dove ci sarà la resa dei conti.

Impostazioni privacy