Leclerc, sensazione stranissima al volante: ecco cosa ha confessato

Charles Leclerc nelle qualifiche del Gran Premio del Brasile ha chiuso in seconda posizione. Ecco cosa ha dichiarato al termine della sessione.

Le qualifiche ad Interlagos sono state molto avvincenti. Charles ha cominciato con il piede giusto, segnando un gran tempo in Q1 e battagliando con George Russell per la prima posizione. Il crono dell’inglese è stato 1:10.340, mentre CL16 ha chiuso terzo, entrando nella top-10. Sainz, invece, ha fatto molta più fatica nella prima parte delle qualifiche.

Charles Leclerc in Ferrari
Il monegasco al termine delle qualifiche (Ansa) tuttomotoriweb.it

Charles ha dimostrato di avere un ottimo passo già nella primissima sessione di PL. Charles ha chiaro l’obiettivo di voler chiudere qualche posizione più avanti in classifica. Dopo la squalifica ricevuta in Texas, Charles è scivolato addirittura al settimo posto della graduatoria, con soli 15 punti in più di Lando Norris. Rispetto allo scorso anno è stato un crollo verticale.

Nella passata stagione lottò con ardore nella prima parte di campionato con Verstappen, per poi difendere la seconda piazza dagli attacchi di Perez. La SF-23 si è rivelata un’auto pessima sotto il profilo della gestione delle mescole. I piloti non sanno quando vanno forte e nemmeno quando vanno troppo piano. Una situazione complicata che ha determinato anche una clamorosa situazione gestionale per il nuovo team principal, Frederic Vasseur.

Charles, in ogni caso, non si è mai trovato a perfezione al volante dell’erede della F1-75. Sul giro secco è sempre tra i migliori nel circus, nonostante abbia segnato un bruttissimo record, diventando il pilota con più pole senza una corona iridata. Del resto non ha mai avuto un’auto competitiva, come Hamilton o Verstappen. In Ferrari devono già pensare alla prossima stagione, ma il secondo posto nei costruttori è alla portata.

L’opinione di Charles Leclerc post qualifica

Nel Q2 delle qualifiche sono tornate su le Red Bull Racing. Verstappen e Perez hanno dettato il passo, esattamente come Lando Norris. Leclerc ha segnato il settimo crono, alle spalle anche di Sainz ed Hamilton. Ha fatto un ultimo tentativo per assicurarsi la settima piazza, sempre con il patema affidabilitĂ . Sono state eliminate le Haas motorizzate Ferrari.

Leclerc sulla SF-23
L’opinione di Charles Leclerc post qualifica (Ansa) tuttomotoriweb.it

Il monegasco, nell’ultima fase di qualifica, ha subito segnato il secondo miglior crono (3 decimi da Verstappen) prima dell’arrivo della pioggia che ha chiuso la contesa. Verstappen ha segnato un 1:10:727, mentre al terzo e al quarto posto si sono qualificate le due Aston Martin di Lance Stroll e Fernando Alonso. Carlos Sainz e Oscar Piastri hanno commesso un errore clamoroso nel giro lanciato, andando fuori pista. Terza fila per le due Mercedes di Hamilton e Russell. Settimo Norris, davanti a Sainz, Perez e Piastri.

Domenica Charles partirĂ  al fianco di Max Verstappen, sempre impeccabile in ogni condizione. Un buon risultato per il monegasco. Al termine delle qualifiche CL16 ha commentato: “Oggi ho sperimentato qualcosa mai provata nella mia carriera. In curva 4 non c’era ancora la pioggia, ma la vettura era difficile da guidare, con zero aderenza. Volevo rientrare alla fine del giro ma alla fine ero secondo. E’ stata una giornata bizzarra, sono felice del risultato”.

Gestione cookie