Tesla, che guaio: c’è un problema, arrivano tantissimi richiami

Dopo i numerosi richiami dello scorso anno, Tesla ha cominciato il 2023 con un nuovo problema che riguarda una delle sue vetture più vendute.

Un marchio che sta sempre più invadendo i mercati di tutto il mondo con le sue auto elettriche è Tesla, del famoso magnate Elon Musk. In Europa nel 2022, secondo l’ultimo report della Jato Dynamics, la casa americana è seconda solo al gruppo Volkswagen per immatricolazioni di auto elettriche, con 232.018, +38% rispetto all’anno precedente. Merito soprattutto della forte domanda per la Model Y, che ha guadagnato il 424% in un anno, raggiungendo quota 137.052 unità immatricolate. Segno che questa è una delle vetture non solo più a buon mercato ma anche tra le più apprezzate dal pubblico che decide di passare a questa tecnologia abbandonando le auto a motore termico.

Tesla (AdobeStock)
Tesla (AdobeStock)

Merito anche di una politica dei prezzi che un po’ in tutto il mondo sta portando le Tesla, soprattutto Model 3 e Model Y, ad essere sempre più a buon mercato non solo per il taglio dei listini ma anche per gli ecoincentivi statali.

Rimane però il fatto che il marchio americano rimane sulla bocca di tutti non solo per i particolari incidenti di cui alcuni modelli sono stati protagonisti ma anche per i numerosi richiami delle sue vetture per problemi di sicurezza. C’è da dire che la stragrande maggioranza sono proprio in patria. Oltre 20 i richiami fatti segnare nel 2022, e questo nuovo anno è cominciato con il piede sbagliato, ancora una volta. E coinvolta è proprio la Model Y.

Tesla, la Model Y ha un nuovo problema

Nello specifico l’azienda a stelle e strisce ha richiamato 3.470 veicoli Model Y prodotti dal 2022 fino ad inizio 2023 perché i bulloni che fissano i telai degli schienali della seconda fila potrebbero non essere stati chiusi in modo sicuro. La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha affermato che un bullone del telaio del sedile allentato può ridurre le prestazioni del sistema delle cinture di sicurezza, aumentando i rischi di lesioni durante un incidente.

Il richiamo è avvenuto dopo che Tesla ha annunciato di aver identificato cinque reclami in garanzia da dicembre che potrebbero essere correlati a questo problema e, come da protocollo in questi casi, ha anche  dichiarato di non essere a conoscenza di eventuali feriti o decessi che potrebbero essere correlati a questo. Ora il marchio americano ispezionerà i bulloni che fissano i telai degli schienali dei sedili della seconda fila lato guida e lato passeggero ai telai dei sedili inferiori e, se necessario, li fisserà di nuovo secondo le specifiche.

E intanto la Model Y è pronta a cambiare

Tesla nel frattempo sta preparando un rinnovamento proprio della Model Y. Ad oggi, secondo alcuni siti specializzati, il progetto di restyling, chiamato Juniper, riguarderà l’esterno e l’interno del veicolo, con l’obiettivo di iniziare la produzione nel 2024.

Un rinnovamento della Model Y significherebbe che Tesla è sulla buona strada per offrire nuove versioni dei suoi modelli più venduti nei prossimi due anni, proprio come stanno richiedendo a gran voce acquirenti da Cina e Stati Uniti, dove il marchio è molto forte.

Impostazioni privacy