F1, Verstappen ed il grande cambiamento: costretto ad una rivoluzione

Max Verstappen ha demolito tutti nel 2022, assicurandosi il trono della F1 per il secondo anno di fila. L’olandese parla di un problema.

Uno degli aspetti che è meno gradito ai piloti ed agli appassionati delle F1 moderne è l’eccessivo peso che esse hanno toccato. Negli anni Duemila, le monoposto pesavano meno di 600 kg, iniziando ad aumentare già nel 2010, quando vennero rimossi i rifornimenti in gara, costringendo le squadre ad ampliare i serbatoi, allungando le vetture ed incrementandone il peso.

F1 Max Verstappen costretto a notevoli cambiamenti (ANSA)
F1 Max Verstappen costretto a notevoli cambiamenti (ANSA)

Da questo punto di vista, la mazzata finale è stata l’introduzione dei nuovi motori, che essendo formati da tantissime componenti hanno portato il peso a schizzare in alto. Come le auto elettriche, anche le F1 sono dotate di batterie e di altri sistemi che hanno inficiato la loro leggerezza, portandole ad oltre 700 kg negli ultimi anni.

Nel 2022, con l’arrivo delle auto ad effetto suolo, si sperava che la situazione evolvesse in positivo, ed invece c’è stata un’ulteriore crescita sino a 798 kg. Nel 2023 verranno persi due chilogrammi, ma la differenza sarà minima. Come si può risolvere un problema così importante? Attualmente, non ci sono risposte.

Nelle ultime ore è arrivata una critica molto pesante da parte di Lando Norris, alfiere della McLaren, che si è lamentato del peso eccessivo e delle dimensioni troppo maggiorate di queste vetture. Attualmente, siamo arrivati ad un tale livello di chilogrammi che le avvicina troppo alle auto che corrono alla 24 ore di Le Mans, che hanno un peso molto elevato dato anche dal fatto di essere vetture a ruote coperte ed anche con abitacolo chiuso, ma che non hanno mai conosciuti aumenti così importanti in termini di massa.

La situazione sembra essere sfuggita di mano, ed il prossimo cambiamento regolamentare è previsto per l’ancora lontano 2026, quando arriveranno delle nuove power unit. Le unità propulsive del futuro faranno a meno della complicatissima MGU-H, e proprio questa novità potrebbe portarle ad essere molto meno pesanti di quelle attuali. Tuttavia, sino a quella data non ci saranno modifiche, se non minime, ed i piloti dovranno adeguarsi alla situazione attuale, con tutti i rischi del caso.

F1, Verstappen ed il problema del peso con le nuove auto

Le monoposto di F1 ad effetto suolo hanno ulteriormente aumentato il peso rispetto al passato, salendo a quota 798 kg nel 2022. Quelle del 2023 perderanno qualcosina, scendendo a quota 796, ma la sostanza non cambierà di certo. Questo aumento così importante rispetto agli ultimi anni non è stata una buona notizia per i piloti più alti e pesanti, che hanno dovuto anche cambiare le loro abitudini alimentari.

Max Verstappen, campione del mondo in carica, è alto 1,81 centimetri e supera i 72 kg di peso, risultando uno dei più alti e pesanti dell’intero Circus. Ciò significa che è uno di coloro che è uscito maggiormente penalizzato da questa situazione legata alla massa delle nuove monoposto, come ha confermato in una recente intervista rilasciata a “Viaplay“.

Ecco le sue parole: “Gli altri piloti sono più fortunati di me in questo, possono mangiare ciò che vogliono. Inoltre, hanno solo bisogno di allenarsi un minimo per non perdere massa muscolare. Non appena sai di cosa ha bisogno il tuo corpo, puoi adattare il tuo allenamento di conseguenza.

Il problema del peso eccessivo e del costante bisogno di allenarsi per adattarsi alle nuove F1 ha coinvolto anche altri piloti come Nyck De Vries ed Alexander Albon: “Spesso scambio idee con Nyck su questo, quindi so che deve allenarsi duramente per mantenere i suoi muscoli. Se non lo fa per alcuni giorni o settimane, rischia  di perdere molta massa muscolare. Questo è stato anche il caso di Alex. Aveva sempre bisogno di frullati proteici per i suoi muscoli. Per me è esattamente l’opposto“.

Super Max ha poi analizzato la sua situazione: “Non perdo molti muscoli e non ho mai davvero problemi a guidare una macchina da corsa. In realtà è più difficile per me rimanere sotto il limite di peso, e devo dire che la sensazione peggiore di sempre è quando non riesci a tenere il collo e la testa verso l’alto su una monoposto di questo livello Il resto del tuo corpo può cercare di compensare, ma fidatevi che quando stai facendo una curva e la tua testa cade in basso è una sensazione davvero orribile“.

Le monoposto ad effetto suolo hanno subito diverse critiche negli ultimi giorni, con George Russell che ha messo sotto accusa la poca sicurezza dovuta al peso eccessivo. Il Circus ha pagato l’ingresso delle power unit turbo-ibride con un graduale aumento della massa, e difficilmente si troverà un modo per tornare indietro nei prossimi anni.