Ferrari, ecco chi guiderà la 499P a Le Mans: c’è anche un ex F1

La Ferrari ha annunciato in queste ultime ore gli equipaggi per il FIA WEC e la 24 ore di Le Mans. Non mancano i nomi noti.

Gran giornata in casa Ferrari, con l’annuncio dei due terzetti che andranno a gareggiare nel FIA WEC ed alla prossima 24 ore di Le Mans che ha scaldato il cuore di tutti i tifosi. La 499P è stata presentata lo scorso 29 ottobre ad Imola, nel corso delle Finali Mondiali, ed ha stregato tutti per via della sua bellezza e delle tecnologie che si porta dietro.

Ferrari 499P (Twitter)
Ferrari 499P ecco chi la guiderà (Twitter)

La vettura è un concentrato di innovazioni, ma dovrà vedersela con dei veri e propri professionisti dell’endurance come la Toyota, la Peugeot, la Porsche e tante altre che arriveranno nel 2024, vale a dire Lamborghini e BMW. Quella del 2023 rischia di essere l’edizione di Le Mans più seguita ed entusiasmante di sempre, e non a caso sarà quella del centenario, dove tutti hanno voglia di fare una bella figura.

Prima della maratona francese però, il FIA WEC inizierà a metà marzo in quel di Sebring, dove è prevista la Mille Miglia ci darà le prime indicazioni sui valori in campo. La Ferrari non partirà con i favori del pronostico, visto che avrà di fronte dei colossi che già conoscono al meglio le loro vetture, anche se lo staff diretto da Antonello Coletta, responsabile del reparto Competizioni GT, ci ha già fatto vedere di cosa è capace in passato.

Prima del debutto stagionale, la 499P avrà da svolgere altre sessioni di test, ma nelle ultime ore sono stati annunciati gli attesissimi nomi dei sei piloti che la guideranno, con due vetture che saranno schierate dal Cavallino. Non mancano le conferme, ma c’è anche qualche bella sorpresa che farà felici i tifosi.

Ferrari, anche Giovinazzi sulla Hypercar nel 2023

La Ferrari ha fatto sapere chi saranno i sei piloti che saliranno a bordo della bellissima 499P nel FIA WEC del 2023 ed, ovviamente, anche alla 24 ore di Le Mans del centenario. Come detto, le vetture schierate dal Cavallino saranno ben due, con i numeri 50 e 51, scelti non a caso dal marchio italiano.

Il 50 rappresenta il ritorno nella classe regina visto il mezzo secolo di distanza con l’ultima partecipazione, avvenuta nel 1973. Il 51 è il numero più vincente della storia del Cavallino nell’endurance, visti i trionfi ottenuti prima dalla 458 Italia e poi dalla 488 GTE con l’AF Corse e con piloti che hanno fatto il bello ed il cattivo tempo in questo decennio.

La #50 sarà guidata da un equipaggio molto interessante, composto da Miguel Molina ed Antonio Fuoco, i vincitori della 8 ore del Bahrain dello scorso novembre in classe GTE PRO, i quali condivideranno l’abitacolo della Hypercar di Maranello con Nicklas Nielsen, altro talento non da poco coltivato dalla Rossa.

La #51 è affidata ai campioni del mondo GT, vale a dire Alessandro Pier Guidi e James Calado, che nel 2022 hanno conquistato il terzo titolo iridato tra i professionisti nel FIA WEC, dopo quelli già portati a casa nel 2017 e nel 2021. Assieme a loro ci sarà l’attesissimo Antonio Giovinazzi, che sarà pilota full time nel mondiale endurance e che tornerà a Le Mans dopo l’esperienza in GTE PRO nel 2018 con l’AF Corse.

Il pilota di Martina Franca ha provato la vettura per la prima volta sul tracciato di Vallelunga, dove era stata organizzata una due giorni di test nella settimana precedente a Natale. Le sue prestazioni sembrano aver convinto la Ferrari, che ha così deciso di affidargli il volante della vettura di punta.

Non poteva mancare il suo commento, in cui non ha nascosto la soddisfazione per il risultato raggiunto: “Il debutto della Hypercar 499P sarà un momento che entrerà nella storia di questo marchio, e per me, come pilota, non sarà altro che un grande onore poterne far parte. Abbiamo una grande responsabilità che affronteremo nella maniera più umile possibile, sapendo però di essere molto forti. Non vediamo l’ora di iniziare“.

Anche Pier Guidi, pilota di punta del Cavallino nel FIA WEC degli ultimi anni, ha detto la sua: “Mi sento molto orgoglioso, sono stato scelto da questo storico costruttore come uno dei sei piloti che parteciperanno al mondiale in classe regina. Ci stiamo preparando duramente e vogliamo arrivare pronti. Dobbiamo ancora fare qualche test, ma Sebring è davvero vicina“.

Interessanti anche le parole di Calado, che con il nostro Alessandro ha condiviso tutti i trionfi degli ultimi anni: “Per me è un sogno che si è avverato, correrò per la vittoria assoluta a Le Mans al volante di una Rossa ufficiale. Voglio ringraziare tutti e soprattutto Antonello Coletta, mi ha dato una grande possibilità e spero di sfruttarla nel migliore dei modi possibile“.