Che moto comprare con 3000 euro? Ecco un modello iconico

Sul mercato dell’usato non è facile trovare molte moto top che possono essere acquistate con soli 3000 euro. Vi suggeriamo un modello italiano spettacolare del genere naked.

Per raccontarvi tutti i motivi per i quali la Ducati Monster 600 potrebbe essere il cult adatto a voi occorre fare un passo indietro. Il contesto sociale a volte rappresenta un importante viatico per il lancio di capolavori di diverso genere. Alla metà degli anni ’80 ad Aberdeen, una cittadina degli Stati Uniti di 9.000 abitanti situata a 70 km da Olympia, Kurt Cobain incontrò Dale Crover e Greg Hokanson, con cui forma i Fecal Matter.

Moto (AdobeStock)
Moto (AdobeStock)

Il trio registra un paio di demo a casa della zia di Cobain, Mary. Il secondo, Illiteracy Will Prevail, contiene i brani Downer e Spank Thru, che faranno parte del repertorio dei Nirvana. Era nato il grunge in un garage. Forse complice il clima di quegli anni, dalla penna di Miguel Galluzzi uscì fuori una idea “mostruosa” che spazzò via i precedenti canoni stilistici. Un designer può fare la storia, proprio come un artista con la chitarra. La prima Ducati Monster venne presentata nel 1992 al Salone di Colonia, nella versione 900 a carburatori di derivazione SuperSport.

Le linee della naked lasciarono tutti a bocca aperta. Commercializzata l’anno dopo nella motorizzazione 900, venne pensata in una versione più umana in cilindrate 400 e 600 a carburatori, ma arrivò nelle concessionarie solo nel 1994, anno della scomparsa di Kurt Donald Cobain. E’ proprio la versione 600 che diventerà negli anni avvenire una moto iconica, progettata per tutti ed offerta al prezzo di Lire 10.790.000. Il Monster 600 si differenziò dal fratello maggiore per un cambio a 5 marce invece che a sei, frizione a bagno d’olio invece che a secco, un solo disco all’impianto frenante anteriore, assenza del radiatore di raffreddamento dell’olio e pneumatici di misura ridotta. MotoGP, perchè Dovizioso ha rotto con la Ducati? Verità scioccante.

Nel 1998 la Ducati passò di mano e non fece più parte del gruppo Cagiva e questo determinò un radicale rinnovamento della gamma a cominciare dall’introduzione della nuova Dark. La colorazione scura attirò l’interesse di biker di ogni genere. Prodotta dal 1998 al 2001 la Dark bolognese diventò presto una moto di culto grazie alla sua semplicità di guida, al prezzo alla portata (appena 6895 euro) e ad una ampia personalizzazione: la Naked 583 di cilindrata, motore termico, raffreddamento ad aria, frizione multidisco, distribuzione desmodromica, con 51 CV (38 kW) di potenza e 174 kg di peso.

Moto, perché puntare su una Ducati Monster

Dall’uscita di produzione della 600 Dark sono trascorsi molti anni, e dato il successo commerciale non è difficile trovarla usata sotto i 3000 euro. Si tratta di una buona moto per i neofiti e per le ragazze data la sella di 770 mm. Comoda, divertente nei tratti misti e, marcatamente, Ducati. La Monster fece la fortuna della casa di Borgo Panigale, sin dal primo anno della sua produzione. Ottima la capacità del serbatoio, circa 16lt, di cui 3 litri di riserva, che consente lunghe percorrenze e poche soste dal benzinaio. Un fattore non di poco conto quando si ricerca un bella moto usata.

Il successo incredibile della moto in quasi 30 anni di produzione vi permetterà di trovare ampia scelta nel mercato dell’usato. Sin dal suo primo ruggito non ha cambiato, radicalmente, il suo stile. Nel dicembre 2020 il marchio italiano ha svelato online la nuova Monster con un design che, per la prima volta, si è discostato molto dal passato. Venne messo da parte il telaio a traliccio in tubi in favore di un nuovo telaio front frame in alluminio 60% più leggero. Date una occhiata anche alla nuova Diavel v4. 

Persi in totale 18 kg rispetto al modello Monster 821, grazie a numerosi aggiornamenti. La nuova Monster può vantare un design accattivante e futuristico, ma non classico come la progenitrice. La moto è equipaggiata con il collaudato Testatretta 11° da 937 cc, ora Euro 5, in grado di sprigionare 111 CV a 9250 giri/min. Inoltre, ha iniziato a farsi largo l’elettronica con tre diverse riding mode (Sport, Touring, Urban), l’ABS su tre livelli, controllo di trazione cornering e controllo dell’impennata. La dotazione di serie prevede anche un cruscotto elettronico con schermo TFT da 4,3″, fari a Led e frecce a rientro automatico. Lussi nuovi di zezza per chi ha un portafoglio pesante.

Come dice una frase celebre sulla casa di Borgo Panigale: “La Ducati non è una moto ma uno stile di vita. Non è la moto che piega, ma la strada che si inchina. Quando passa una Ducati, il mondo si ferma a salutarla”. Chi sceglie il marchio italiano acquista un pezzo di storia del nostro Paese e di un certo periodo storico. Perchè acquistare una Ducati Monster usata? La risposta è nel suo DNA, la naked è la capostipite della categoria, linee classiche ma dall’anima moderna. Una moto che ha fatto un patto con il diavolo: non invecchierà mai.

Ducati Monster (Adobe Stock)
Ducati Monster (Adobe Stock)