F1, Seidl passa alla Sauber: in McLaren arriva l’ex Ferrari

Dopo l’annuncio di Vasseur in Ferrari si è creato un effetto domino in F1. La McLaren ha puntato su ingegnere italiano, mentre Seidl è passato alla Sauber.

E’ finalmente iniziato il valzer dei tecnici in Formula 1. Dopo l’addio di Mattia Binotto, la Scuderia Ferrari si è presa qualche settimana di tempo per formalizzare il passaggio di Frederic Vasseur. L’ex team principal della Sauber ha accettato la sfida, dopo aver scalzato un nutrito gruppo di tecnici pronti a prendere il posto di Binotto. Non è dato ancora sapere se e quando si rincaserà in una nuova squadra. Il suo licenziamento ha, però, smosso diverse pedine.

Andreas Seidl McLaren F1 (Ansa Foto)
Andreas Seidl McLaren F1 (Ansa Foto)

Dopo qualche ora dall’ufficialità di Vasseur in Ferrari, è arrivata quella di Andreas Seidl in Sauber. Per il tecnico è un ritorno alle origini, avendo lavorato nel team elvetico dal 2006 al 2009. Il tedesco, laureato in ingegneria meccanica presso l’Università Tecnica di Monaco, non ricoprirà il ruolo di team principal, ma diventerà la mente del progetto operativo della casa dei quattro anelli. L’Audi ha deciso di fare le cose in grande, in vista del 2026, e ha spinto per l’inserimento di un professionista di assoluto valore.

Seidl ha già lavorato in un gruppo tedesco, nei suoi primi anni nel circus, seguendo l’avventura della BMW, prima con la Williams, e poi con il team Sauber. Nel 2012 è stato a capo della gestione della stessa nel Deutsche Tourenwagen Masters. Nel 2013 disse addio alla casa bavarese per trasferirsi nella squadra Porsche, andando a vincere nel campionato Endurance. Nelle vesti di team principal Seidl ha raggiunto risultati da record. La 919 Hybrid ha conquistato la 24 Ore di Le Mans nelle edizioni 2015, 2016 e 2017 nonché i titoli piloti e costruttori dei campionati 2015, 2016 e 2017.

Dopo i trionfi nel WEC, Andreas Seidl decise di lanciarsi nell’avventura nel circus, firmando un bel contratto con la McLaren. Dopo un periodo nero, il team di Woking ebbe una bella ripresa con la doppietta storica a Monza nel 2021. Dopo tantissimi anni Daniel Ricciardo, davanti a Lando Norris, festeggiò il primo ed unico trionfo con il team inglese. Nell’annata precedente il team chiuse al terzo posto, dietro le inarrivabili armate di Mercedes e Red Bull Racing. Il 2022 non si è rivelato all’altezza delle ambizioni del tecnico, a causa di una wing car nata male. Al termine della stagione ha scelto di dare le dimissioni, passando al team Sauber.

F1, in McLaren un ex Ferrari

La squadra elvetica dal 2026 diventerà Audi. Il posto lasciato scoperto in McLaren sarà occupato da un grande tecnico nostrano, ex Ferrari, Andrea Stella. Quest’ultimo, dopo la laurea in ingegneria aerospaziale presso la Sapienza Università di Roma con una tesi sperimentale sulla scia di eliche, fece un dottorato di ricerca in ingegneria meccanica con uno studio sperimentale sulla fluidodinamica di fiamme, in collaborazione con il Deutsches Zentrum für Luft- und Raumfahrt. Un profilo come Andrea attirò subito l’interesse di un grande marchio come Ferrari. Come tanti tecnici che lo hanno preceduto, l’umbro fu immesso nella squadra test del Cavallino.

Dal campionato 2002 fu premiato con il ruolo di veicolista della monoposto di Michael Schumacher e dal 2007 di quella di Kimi Raikkonen. Gli ultimi due campioni del mondo della storia del Cavallino. Nel 2009 divenne anche ingegnere di pista di Ice-man. Negli anni di Alonso passò dall’altro lato del box, spingendo al massimo il bicampione di Oviedo. Fernando sfiorò il titolo in due occasioni, subendo due atroci beffe. Nell’inverno 2014 passò alla McLaren dove svolse l’incarico di capo degli ingegneri, poi di performance director. Nel gennaio 2020 venne promosso a racing director. Mancava solo la sedia di TP e l’addio di Seidl gli ha spalancato le porte del prestigioso incarico in vista del 2023.

Un ex tecnico della Rossa sarà uno dei rivali nella prossima stagione. Vasseur avrà il suo bel da fare a Maranello, mentre Seidl sarà al timone della Sauber, in qualità di amministratore delegato, aspettando l’arrivo dell’Audi nel 2026. “È un’opportunità fantastica entrare a far parte del Sauber Group – ha annunciato Seidl – è una squadra con una ricca storia in Formula 1 e un’organizzazione che conosco molto bene avendo lavorato e vissuto a Hinwil per quattro anni. Non vedo l’ora di unirmi al team e lavorare con tutti i colleghi sugli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati. Voglio ringraziare Finn Rausing e tutto il Sauber Group per avermi scelto: non vedo l’ora di ripagare la loro fiducia con il mio lavoro”.

F1, Leclerc fa una promessa da brividi: tifosi della Ferrari estasiati. Date una attenta lettura anche a questo interessante articolo sulla Ferrari: arriva la bocciatura dell’ex ingegnere: che legnata per Charles! Nei prossimi giorni verrà nominato il nuovo team principal della Sauber. Il successore di Vasseur sarà chiamato a nuove sfide, mentre i piloti rimarranno sempre Bottas e Zhou.