Verstappen, mentalità da cannibale: il campione spaventa tutti

Max Verstappen ha rilasciato le sue prime dichiarazioni nel paddock di Singapore. L’olandese pensa alla vittoria di tappa.

Il Gran Premio di Singapore rappresenta il primo match point stagione per Max Verstappen, che potrebbe chiudere i conti iridati proprio in questa occasione. L’olandese ha chiuso sul podio per due volte nella notte di Marina Bay, giungendo terzo nel 2019 e secondo l’anno precedente, ritrovandosi sempre battuto da Mercedes e Ferrari.

Verstappen (ANSA)
Verstappen (ANSA)

La Red Bull era stata la dominatrice delle prime edizioni, con Sebastian Vettel che risultò praticamente imbattibile tra il 2011 ed il 2012. Il figlio di Jos viene da cinque vittorie consecutive, e non ha alcuna intenzione di fermarsi visto quando ha fatto vedere nelle ultime gare, dove la RB18 ha fatto passi da gigante in termini di prestazioni.

Verstappen ha bisogno di una congiunzione astrale per chiudere i conti a Singapore, dal momento che dovrebbe guadagnare ben 24 punti su Charles Leclerc, 15 su Sergio Perez e 7 su George Russell. Carlos Sainz si ritroverebbe matematicamente fuori dai giochi in caso di vittoria dell’olandese, mentre Lewis Hamilton è già escluso dopo la gara di Monza.

Il dominio di Super Max imposto da Imola in poi è stato impressionante, e la concorrenza non ha potuto far altro che inchinarsi a questo ragazzo, vero padrone della F1 odierna. Sulla pista di Singapore, la stoffa del vero campione può fare la differenza, vista la necessità di portare al limite la monoposto in mezzo ai muretti, dove ogni errore può rivelarsi letale.

L’obiettivo dell’ormai quasi bi-campione del mondo è quello di proseguire il suo lavoro, annientando gli avversari come ha fatto sino ad oggi. Tuttavia, i rivali non si arrenderanno troppo facilmente, ed è lecito attendersi uno dei fine settimana più concitati di tutto questo campionato.

La Red Bull e la Ferrari sono molto attese qui a Singapore, dal momento che entrambe dovrebbero presentarsi con diverse novità tecniche. Le monoposto di punta non hanno svelato nulla alle verifiche del giovedì, tenendosi gli aggiornamenti per le prove libere ed il week-end di gara. Una delle più grandi sfide sarà quella del riscaldamento dei freni, considerando che questa è una pista che non dà alcun respiro sotto questo punto di vista.

La Mercedes ha una ghiotta occasione per cercare di mettere le mani sulla prima vittoria stagionale, che sembra davvero diventata una maledizione. Battere Super Max non sarà affatto una passeggiata, soprattutto dopo le parole che lo stesso campione del mondo ha rilasciato nel giovedì dedicato alla stampa, che ora andremo ad ascoltare.

Verstappen, ecco i suoi primi commenti a Singapore

Max Verstappen ha confermato il suo approccio anche nel giovedì di Singapore, dove è avvenuto il classico incontro con i media che precede il fine settimana di gara. Nonostante il primo match point, il figlio di Jos vuole scaricare le pressioni sui rivali e non pensare a chiudere i conti, ma concentrandosi sulla vittoria di tappa.

Visto il passo che ha messo in mostra nelle ultime gare, Super Max ha tutte le carte in regola per mettere le mani sul primo successo in carriera a Marina Bay, anche se Mercedes e Ferrari venderanno cara la pelle. La Red Bull è progredita in maniera impressionante sulle piste ad alto carico aerodinamico, come si è visto a Budapest e Zandvoort, per cui sarebbe un errore non considerarlo come il favorito.

Ecco le parole rilasciate da Verstappen nel giovedì di Singapore: “Credo che sia un errore pensare che dovrò puntare a gestire la situazione ed arrivare secondo o terzo. Per come sono fatto io, non ho alcuna intenzione di mettermi a fare calcoli. Io e la mia squadra scendiamo in pista per vincere in ogni fine settimana, non abbiamo intenzione di lasciare niente ai nostri rivali. Sarebbe un errore rilassarsi, la nostra intenzione è quella di vincere quante più gare possibili“.

L’olandese ha aggiunto confermando quelle che sono le sue idee sul week-end: “Siamo coerenti con questo approccio, non vogliamo metterci a fare calcoli. Se iniziamo a pensare che possiamo anche perdere le gare e chiudere in seconda posizione, allora potremmo anche smettere di correre ed andare in pensione, perché significa che non avremmo più voglia di vincere“.

Super Max non si è affatto smentito, rincarando la dose e facendo capire che la sua intenzione e quella della Red Bull è di demolire la concorrenza: “Non vogliamo cedere vittorie alle altre squadre, perché ci sentiamo molto tranquilli. Se dovessimo iniziare a fare questo rischiamo anche commettere altri errori, dobbiamo restare concentrati. Sono sicuro che la squadra la pensi come me e che mi supporterà in tutto“.