Bottas ci ricasca e fa scandalo: spunta una sua clip dov’è nudo

Il pilota Alfa Romeo Bottas non teme di mostrarsi deshabillé. Ecco l’ultima trovata per allenarsi in vista del round più duro del Mondiale.

Valtteri Bottas non si smentisce. E per la terza volta si mostra come mamma l’ha fatto. La prima occasione era stata una delle puntate dello show di Netflix Drive To Survive. La seconda, in un laghetto del Colorado in cui, incurante delle temperature non certo estive, si era immerso completamento nudo. E ora nella sua sauna di casa.

Valtteri Bottas (ANSA)
Valtteri Bottas (ANSA)

Nel video pubblicato dallo stesso driver di Nastola lo si vede alzare la temperatura a 95 °C, e con un copricapo da renna aggiungere dell’acqua sulle pietre, così da rendere ancora più caldo l’ambiente.

Questa routine per prepararsi al meglio all’appuntamento di Singapore del prossimo weekend, gli ha fatto fare incetta di like. Anche se non sono mancate le perplessità.

Ho visto troppe immagini del genere da parte sua“, ha ironizzato un utente. E un altro ha aggiunto. “Qual è la prima cosa che vedo aprendo IG? Bottas nudo in sauna“.

In realtà per i nordici la nudità non ha nulla di scandaloso e neppure va nascosta. Fa parte della natura. Un elemento imprescindibile nella cultura finlandese. Celebri sono restati i commenti sul tema di Lewis Hamilton, ex compagno di squadra del #77.

Sono cresciuto in Inghilterra e lì si è molto riservati. Ricordo che in un’occasione andai in sauna con il mio preparatore Adam Costanzo ed entrambi cercavamo il modo di tenerci le parti intime coperte. Con noi c’era pure Aki Hintsa, il fisioterapista allora impegnato alla McLaren (e finnico) e si mise a gambe aperte, seduto, dicendo che era fantastico“.

Tanto estroverso nel modo di abbigliarsi, quanto timido nelle “operazioni” meno alla portata delle telecamere, il pluri-iridato. Un fatto di abitudine, ovviamente, che cozza con lo spirito libero che si respira nella terra di Vainamoinen.

Bottas non cambia vicino di box

Soddisfatto del suo ruolo di riferimento dell’Alfa Romeo, dopo un periodo tra luci ed ombre in Mercedes, il 33enne, continuerà ad esserlo nel 2023. Proprio nelle scorse ore, il team elvetico ha annunciato la conferma del giovanissimo Guanuy Zhou, capace, a dispetto delle critiche, di produrre anche qualche bella performance, ma ovviamente ancora acerbo.

Sono molto contento e grato alla scuderia“, le parole a caldo del cinese. “Ho ricevuto un grande supporto. Sono stato accolto molto bene. E tutti mi hanno aiutato ad adattarmi in un contesto non semplice“.

Fin dal primo giorno di lavoro con noi ho avuto modo di constatare il suo approccio positivo“, ha motivato la scelta il boss Frederic Vasseur. “Conoscevamo le sue doti velocistiche. Tuttavia, la rapidità con cui ha preso confidenza con la F1 è stata una sorpresa“.

È un ragazzo simpatico, che ci ha colpito per personalità e atteggiamento“, ha proseguito il manager francese. “Ha avuto l’umiltà di fare domande, agli ingegneri e a Valtteri. Ciò  gli ha consentito di sfruttare tutte le informazioni e progredire gara dopo gara“.

L’ex portacolori della Stella, avrà dunque di nuovo la chance di fare il “papà”, in un’equipe più rilassata e con meno pressione rispetto a ciò che era il gruppo gestito da Toto Wolff.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Valtteri Bottas (@valtteribottas)