Verstappen “snobbato” da Hamilton: Horner critica il pilota Mercedes

Sempre rapporti tesi tra Red Bull e Mercedes: Horner ha lanciato una frecciatina a Hamilton tirando in ballo Verstappen.

Il campionato 2021 di Formula 1 è stato carico di tensione a causa di alcuni episodi che sono capitati tra Red Bull e Mercedes. In certe gare è stato raggiunto un livello altissimo e non è stato il massimo dello spettacolo.

Christian Horner (Foto LaPresse)
Christian Horner (Foto LaPresse)

Nel 2022 la scuderia di Brackley non si è rivelata all’altezza di lottare per il titolo, altrimenti chissà come sarebbe stata la stagione. Max Verstappen, dopo un po’ di battaglia iniziale con la Ferrari, ha preso il largo e ormai viaggia spedito verso la sua seconda corona iridata.

Lewis Hamilton si è dovuto accontentare di alcuni podi e rischia di finire l’anno per la prima volta senza vittorie. Inoltre, si è ritrovato nel box un nuovo compagno di squadra molto forte come George Russell. Per il futuro anche l’ex Williams, che ora gli è davanti in classifica, può essere un rivale per il mondiale.

F1, Chris Horner punzecchia Lewis Hamilton

Christian Horner in un’intervista al podcast Beyond The Grid ha risposto sulla rivalità tra Verstappen e Hamilton: “Penso sia stato più Max a entrare nella testa di Lewis. Hamilton era il sette volte campione del mondo e improvvisamente aveva tutto da perdere. Verstappen era il giovane che si prendeva dei rischi e le provava tutte, perché non aveva nulla da perdere. Alcuni sorpassi sono stati incredibili e hanno fatto innervosire Lewis“.

Il team principal della Red Bull sottolinea che forse il pilota britannico non ha sufficiente rispetto per il campione in carica della F1: “Forse c’è un rispetto diverso con Leclerc, visto che hanno corso contro fin da bambini e si rispettano reciprocamente. Invece non ho mai sentito Lewis riconoscere le capacità di Max, quindi c’è stata più tensione tra i due piloti“.

Sarà interessante vedere se capiteranno altri duelli Verstappen-Hamilton e che esito avranno. Probabilmente servirà attendere il 2023, quando la Mercedes forse sarà più competitiva e potrà nuovamente sfidare la Red Bull. Sarebbe un peccato se rimanesse solo il ricordo del 2021, con annesse tensioni. Rivederli battagliare per qualcosa di importante darebbe più lustro anche alla stessa Formula 1, che ha bisogno di grandi rivalità.

Chiaramente non va dimenticata la Ferrari, che sia con Charles Leclerc sia con Carlos Sainz vorrà essere della partita. Il prossimo potrebbe essere un Mondiale molto interessante e con tante gare avvincenti, però oggi è presto per i pronostici. La Red Bull è la scuderia migliore e le rivali dovranno lavorare tanto per esserne all’altezza.