Quartararo, retroscena inquietante sulla caduta di Aragon: era già capitato

Quartararo in occasione della caduta ad Aragon ha avuto un problema non da poco: e non è la prima volta che gli capita.

Sapeva che ad Aragon sarebbe stato difficile battere Francesco Bagnaia ed Enea Bastianini, però Fabio Quartararo si aspettava almeno di finire la gara e di conquistare un discreto bottino di punti. Invece, già al primo giro ha dovuto ritirarsi e ha collezionato uno zero pesante per la sua classifica.

Fabio Quartararo (Ansa Foto)
Fabio Quartararo (Ansa Foto)

Il campione in carica della MotoGP affronterà il Gran Premio del Giappone con solo 10 punti di vantaggio su Bagnaia e 17 su Aleix Espargarò. A Motegi c’è anche il rischio pioggia, una condizione che metterebbe molto in difficoltà il pilota Yamaha. La M1 in genere fatica sul bagnato. Potrebbe essere un weekend complicato.

Anche se la bilancia sembra pendere a favore dei rivali, in particolare di Pecco, il francese venderà cara la pelle fino alla fine. Vuole dare tutto per confermarsi campione della top class. È ancora presto per darlo per sconfitto.

MotoGP Aragon, Quartararo ancora con la tuta aperta

La caduta ad Aragon, avvenuta in seguito un tamponamento inaspettato a Marc Marquez, ha avuto qualche conseguenza fisica per Quartararo. Nulla di grave, ma sul suo petto c’erano delle escoriazioni che sono state curate presso il centro medico del circuito.

La cosa che ha sorpreso è vedere che la tuta Alpinestars del pilota Yamaha si era aperta. Lui non indossa nulla sotto di essa, se non l’obbligatorio paracostole, e probabilmente ciò ha contribuito a provocare quelle ferite. Però rimane comunque strano che la tuta si sia aperta. Non è la prima volta che succede.

Lo scorso anno nel Gran Premio di Catalunya gli si era aperta durante la gara e lui decise comunque di continuare. Alla fine subì una penalità da 3 secondi per aver corso in una condizione pericolosa. Alpinestars spiegò che la tuta non aveva alcun difetto, la cerniera era in perfette condizioni. Successivamente l’azienda italiana ha comunque deciso di introdurre dei miglioramenti per impedire che la cerniera possa aprirsi involontariamente.

Sembrava tutto risolto, ma un mese fa in Austria a Jorge Martin è successo un episodio simile a quello di Quartararo. Poco prima di cadere all’ultimo giro nel tentativo di sorpassare Jack Miller, le telecamere hanno ripreso il pilota del team Pramac Ducati con la cerniera della tuta (sempre Alpinestars) abbassata. Ai differenza di quanto successo al collega Yamaha ad Aragon, lo spagnolo a Spielberg è caduto a bassa velocità di schiena e non con il petto, quindi ha evitato guai fisici.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Stando a quanto spiegato da Todocicuito.com, Alpinestars ha inviato la tuta di Quartararo in Italia per analizzarla e determinare il motivo dell’apertura della tuta. È importante capire e porre rimedio.