Quanto guadagna George Russell? Ecco le cifre esatte

George Russell ha conquistato la sua prima pole position in carriera in Ungheria. Si tratta di un grande talento di cui scopriremo i guadagni.

Il mondiale di F1 targato 2022 ci sta offrendo un netto dominio della Red Bull di Max Verstappen, che nonostante un’auto inferiore ha approfittato delle nefandezze tattiche della Ferrari per chiudere la prima fase di stagione con 80 punti di vantaggio su Charles Leclerc. Alle spalle del monegasco c’è Sergio Perez, mentre il quarto posto in graduatoria generale è di un fantastico George Russell.

Russell (ANSA)
Russell (ANSA)

Il campione di Formula 2 nel 2018 sta facendo vedere tutto ciò di cui è capace nell’anno d’esordio in Mercedes, e proprio nel week-end di Budapest è stato in grado di togliersi una soddisfazione enorme. Il britannico ha infatti ottenuto la prima pole position della sua carriera, battendo le favoritissime Ferrari di Carlos Sainz e Charles Leclerc.

Che Russell fosse un fenomeno non lo abbiamo scoperto di certo negli ultimi tempi, ma battere due monoposto come le Rosse, vere regine delle qualifiche in questa stagione, deve essere stata una soddisfazione enorme. La gara, purtroppo per lui, non è andata come previsto, anche se non è tutto da buttare.

Alla partenza, l’ex alfiere della Williams ha tenuto bene la testa della corsa, sfruttando anche l’ottima scelta delle gomme Soft contro le Medie delle due Ferrari, che hanno poi pagato duramente questa decisione nella seconda parte di gara. George è riuscito a creare un buon gap nei primi giri, ma in seguito Sainz e Leclerc si sono rifatti sotto, approfittando del minor degrado della loro mescola.

Al primo pit-stop, il pilota della Mercedes ha tenuto la testa, con il monegasco che ha scavalcato il compagno di squadra, mettendosi a caccia del leader. Il giovane talento inglese si è difeso alla grandissima in diverse occasioni, ma Charles, alla fine, è riuscito ad inventarsi un super sorpasso alla prima staccata del 31esimo passaggio, ponendo fine ai sogni di vittoria di George.

Tuttavia, la scelta sbagliata da parte della Ferrari ha consentito all’inglese di ripassare davanti a Leclerc, ma nel frattempo, grazie ad un potentissimo undercut, il comando delle operazioni se lo era preso Verstappen, che aveva a disposizione una Red Bull di un’altra categoria rispetto alla Mercedes.

La delusione più grande per Russell viene dal fatto che nel finale è stato scavalcato dal rimontante Lewis Hamilton, vale a dire il compagno di squadra, che è riuscito a strappargli la seconda piazza quando mancavano davvero pochissimi giri alla conclusione della corsa magiara.

Il nativo di Stevenage scattava dalla settima piazza, ma ha avuto la possibilità di calzare le gomme Soft nell’ultimo stint, con macchina scarica di carburante. Questo gli ha consentito di rimontare prima su Sainz e poi sul proprio team-mate, ponendosi alle spalle di Verstappen. Questo sorpasso gli ha permesso di replicare lo stesso, identico podio che si era visto una settimana prima in Francia, con Super Max primo davanti alle due Mercedes.

Russell, ecco quanto guadagna con la Mercedes

Nonostante il fatto che Lewis Hamilton lo abbia battuto nelle ultime gare, quella di George Russell resta una stagione strepitosa. Il giovane inglese, dopo il quarto posto in Bahrain, è riuscito a precedere il compagno di squadra per una miriade di gare consecutive, precisamente sino a Baku.

In seguito, Sir Lewis si è svegliato dal Canada in poi, chiudendo sempre secondo e tenendo dietro ad ogni week-end il prodigioso George. La classifica del mondiale vede il Re Nero in forte rimonta con 146 punti, che gli valgono la sesta posizione in classifica, con sole 10 lunghezze di ritardo dalla Ferrari di Carlos Sainz ed appena 12 dallo stesso George.

Sino a poche gare fa, il gap tra Hamilton e Russell era ben più ampio, ed ora l’obiettivo del sette volte iridato è quello di cercare il sorpasso già da Spa-Francorchamps. Come detto, l’annata condotta sin qui dall’ex pilota della Williams è comunque clamorosa, ed ora andremo a dare un’occhiata a quelli che sono i suoi guadagni.

Stando a quelle che sono delle stime, il britannico percepirebbe uno stipendio di 4,8 milioni di euro a stagione, l’equivalente di 407 mila euro al mese, 94 mila a settimana e 18 mila al giorno, roba da far impallidire, ma è uno standard ben lontano dai 40 milioni che incassa il suo compagno di squadra dalla stessa Mercedes.

Per George si è comunque trattato di un gran bel passo in avanti, visto che ai tempi della Williams percepiva circa mezzo milione di euro. Ovviamente, lo stipendio è destinato a crescere con il passare del tempo, considerando che prima o poi, continuando con queste performance e con l’avvicinarsi del ritiro di Hamilton, l’inglesino diverrà anche la prima guida del team di Brackley.

Non ci sono dubbi sul fatto che il futuro di questo pilota sia roseo, e che potrebbe essere costellato da successi ed anche da titoli mondiali. Per quanto fatto vedere sin qui, George può puntare a giocarsela con Max Verstappen e Charles Leclerc, vale a dire coloro che rappresentano il presente ed il futuro della F1. Nei prossimi anni ci sarà da divertirsi.