MotoGP, Bastianini è già in formato mondiale: Bagnaia è avvisato

Il pilota romagnolo, Enea Bastianini, ha cercato in tutti i modi di vincere a Misano. Il ducatista è andato vicino al successo, mandando un messaggio chiaro a Bagnaia.

Enea Bastianini è carichissimo da quando ha firmato con il team Ducati corse per la prossima stagione. Aver vinto il braccio di ferro interno con l’altro talento di casa, Jorge Martin, pare aver trasmesso una grandissima carica positiva al giovane. Bastianini e Bagnaia diventeranno teammate, dopo averne passate tante nelle categorie minori. E’ una enorme soddisfazione per il marchio emiliano che potrà, nel 2023, tornare a sfoggiare una coppia tutta italiana.

Enea Bastianini (Ansa Foto)
Enea Bastianini (Ansa Foto)

Enea si è meritato la possibilità di sedersi sulla sella più ambita al mondo. Il suo percorso non è stato facile e in carriera si è dovuto sudare ogni risultato. Dopo aver lottato con Jorge Martin per il titolo rookie dell’anno nel 2021, il pilota romagnolo è riuscito a cambiare passo nel momento decisivo. Pur non avendo il materiale tecnico aggiornato, in sella alla Desmosedici dello scorso anno, il Bestia ad inizio campionato 2022 ha collezionato ben tre successi, dando persino l’illusione di poter regalare una soddisfazione ancora più grande al team Gresini. In ogni caso, quasi nessuno avrebbe scommesso in tre successi del giovane, soprattutto perché Bagnaia, Miller, Zarco e Martin potevano fare affidamento sulla Desmosedici GP22. Intanto, Pernat, procuratore di Enea, ha lanciato una bordata a Marquez: il manager è durissimo con lui.

All’inizio il Bestia ha sfruttato alla grande lo scarso feeling dei piloti sulla nuova moto per issarsi in testa alla classifica. Fabio Quartararo e Aleix Espargaró sono risultati, poi, più costanti, facendo pochissimi errori. Enea qualche sbavatura l’ha commessa, ma la squadra ha comunque deciso di puntare su di lui rispetto a Martin, considerato l’intero percorso in MotoGP. Enea ha voluto celebrare la notizia del contrattone con la squadra ufficiale, a Misano, mettendo in scena una performance maiuscola. In molti hanno storto il naso, compreso l’a.d. Domenicali, per i rischi connessi alle manovre del Bestia nel finale di gara. Pecco, essendo in lotta per il Mondiale, ha retto l’urto, rispondendo da campione e non lamentandosi del comportamento del futuro teammate.

Bastianini, in Ducati con un sogno nel cuore

Il pilota ha mandato un messaggio chiaro a tutti. Se avrà mezza occasione di vincere, di nuovo, una gara non si tirerà indietro. Dopo la grande performance si Misano, conclusa al secondo posto, il Bestia vorrà replicare anche ad Aragon, provando a vincere. La lotta al titolo è molto delicata, dato che Pecco Bagnaia deve ancora recuperare 30 punti al Diablo della Yamaha. In questa fase tutti possono avere un ruolo nella sfida al vertice. Enea non ha più grandi chance di vincere il mondiale, ma ovviamente potrebbe diventare un alleato per il torinese. Teorie perché in pratica qualsiasi piloti, a oltre 300 km/h, fa pochi calcoli e vuole puntare sempre alla massima posta. Ecco gli orari del weekend, non perdetevi nemmeno una sessione.

Enea ha già dimostrato di avere le idee chiare, in tal senso, e non si lascerà distrarre dalle critiche e dai rumor. Ormai il suo approdo nella squadra ufficiale nel 2023 è cosa fatta e sommando le vittorie di Pecco con quelle del Bestia, pare ovvio che la Ducati ha preso una decisione coraggiosa, ma giusta. Alla viglia della gara, in conferenza Enea ha dichiarato: “Veniamo da un’ottima gara a Misano. Abbiamo iniziato con il piede giusto sin dal venerdì e questo è importante per noi, perché dopo la pausa estiva siamo tornati più forti. Questo mi piace e mi aiuterà anche in ottica futura. Aragon è una delle mie piste preferite. Ricordo che l’anno scorso ero veloce in gara. Adesso avremo tre gare consecutive e non sarà facile mantenere la concentrazione sino al termine del campionato. Sono motivato a fare un gran lavoro”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Mi è mancata un po’ di continuità soprattutto nella parte centrale del Mondiale. Ho commesso diversi errori dal Mugello in poi e questo non è positivo per il campionato, ma penso che potrò essere competitivo in ogni gara. A volte sarà più difficile far parte del gruppo di testa in gara, ma ho un bel pacchetto e la moto è molto buona – ha proseguito Bastianini – Il rapporto con gli altri piloti Ducati è buono, tutti possono essere competitivi, parliamo sempre insieme, questo può essere utile per ottenere buoni risultati”. In merito al duello con Pecco Bagnaia a Misano, il pilota del team Gresini è stato molto onesto, spiegando che ci ha provato, fino alla fine, a vincere e ci riproverebbe. Messaggio chiarissimo all’indirizzo del futuro compagno di team.