Perez, non pensa più alla Ferrari: ecco chi lo spaventa

Sergio Perez ha preso parte alla conferenza stampa del Gran Premio d’Italia, raccontando le sue sensazioni. Ecco le sue prime parole.

In questo fine settimana si disputa il Gran Premio d’Italia, sedicesima tappa della stagione 2022 di F1. La grande favorita è ovviamente la Red Bull, che sui lunghi rettilinei del Tempio della Velocità dovrebbe fare un sol boccone degli avversari. Max Verstappen vuole la quinta vittoria consecutiva, mentre Sergio Perez è chiamato a ritornare sul podio dopo un week-end molto deludente a Zandvoort, concluso con un quarto posto.

Perez (ANSA)
Perez (ANSA)

Il messicano ha sicuramente dei bei ricordi legati a Monza, principalmente legati alla prima fase della sua carriera. In particolare, nel 2012, Checo concluse con un fantastico secondo posto al volante della Sauber, monoposto che quell’anno gli regalò altri due podi, in Malesia ed in Canada.

Perez fu autore di una seconda parte di gara strepitosa, rimontando e scavalcando persino le Ferrari di Felipe Massa e Fernando Alonso, avvicinandosi moltissimo alla McLaren del vincitore Lewis Hamilton. Lo scorso anno, Sergio ha chiuso quinto al volante della Red Bull, dopo aver conquistato sul campo il terzo posto, prima di cedere il passo a Valtteri Bottas e Charles Leclerc per via di una penalità di cinque secondi.

Come detto, la RB18 dovrebbe adattarsi a meraviglia alle caratteristiche tecniche del tracciato brianzolo, con il team di Milton Keynes che ha preparato un’ala apposita con il flap mobile tagliato. L’obiettivo è quello di limitare al massimo la resistenza aerodinamica per guadagnarne ulteriormente in termini di velocità di punta, come se ce ne fosse bisogno visti i risultati di questa stagione.

Verstappen è il grande favorito, ma anche Checo vorrà provare a dire la sua. Il messicano è appaiato alla Ferrari di Charles Leclerc al secondo posto del mondiale piloti con 201 punti, a -109 dal compagno di squadra. Il sudamericano ha tutte le intenzioni di portare a casa un buon risultato per riallungare sul monegasco, ma la Rossa venderà cara la pelle sul tracciato di casa.

Perez, ecco le sue parole in conferenza stampa

Sergio Perez è stato uno dei protagonisti della conferenza stampa del Gran Premio d’Italia, dove ha raccontato le sue prime sensazioni in vista del week-end. Il messicano è consapevole delle grandi potenzialità della sua Red Bull, anche se, a suo parere, la Mercedes potrà essere molto insidiosa.

L’intervistatore ha, prima di tutto, chiesto al messicano le sue sensazioni sull’uscita in barca a vela svolta in questi giorni: “L’esperienza sulla vela? Mi è piaciuto tantissimo, è incredibile quel tipo di sport ed è stata un’esperienza davvero piacevole. Vedendola da fuori non ti rendi conto di quanto sia difficile. Paralleli con la F1? Devi comprendere la direzione del vento ed interpretarlo, così come devi saper capire quando spingere e quando meno, ci sono delle similitudini tra lo sport“.

Perez non ha menzionato la Ferrari tra i papabili rivali, nominando invece la MercedesCosa rende Monza speciale? Sono salito sul podio nel 2012, è grandioso arrivare tra i primi tre perché i tifosi rendono molto speciale l’atmosfera. Sarebbe bellissimo risalirci in questo fine settimana, io ci proverò sicuramente. Se siamo i favoriti? Spero che avremo un passo simile a quello mostrato a Spa, sarebbe perfetto. Però la pista è diversa, dobbiamo vedere come riusciremo ad esprimerci. La Mercedes è stata molto forte in Olanda, soprattutto in termini di gestione delle gomme. Credo che sarà un fine settimana molto interessante“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Dunque, Checo sarà uno dei ragazzi da tenere maggiormente sott’occhio per questo week-end, e sulla Mercedes c’è da dire che Lewis Hamilton scatterà in fondo alla griglia vista la delibera della quarta power unit. Il team di Brackley dovrà fare a meno del sette volte iridato nella caccia alla vittoria, anche se una rimonta non è da escludere visto quanto fatto da Max Verstappen tra Ungheria e Belgio. Lo spettacolo non mancherà.