Marquez rende tutto ufficiale ora: arriva il clamoroso divorzio

Dopo numerose voci è arrivata l’ufficialità. Una delle unioni più longeve della MotoGP si interrompe. Ad annunciarlo i due Marquez.

L’indiscrezione aveva cominciato a circolare una decina di giorni fa e questo mercoledì è stata confermata. Dopo 18 anni di collaborazione i fratelli Marquez ed Alzamora si separano. A renderlo noto un comunicato pubblicato dall’AC Management e rilanciato da Marc e Alex sui loro profili social.

Marc Marquez (LaPresse Foto)
Marc Marquez (LaPresse Foto)

L’inizio dalla cooperazione parte quando il maggiore dei piloti aveva 12 anni e il dirigente decise di inserirlo nella propria scuola. Successivamente  optò per allargare la gestione al più piccolo. Sotto la sua ala sono arrivati 8 titoli iridati per il Cabroncito e due per il #73.

Vogliamo ringraziare Emilio per ciò che ha fatto per noi e per tutto il tempo che ci ha dedicato aiutandoci a conseguire grandi trionfi. Dopo averne discusso assieme abbiamo convenuto fosse giunto il momento di prendere strade diverse e cominciare un nuovo percorso“, si legge.

I fratelli Marquez chiudono un capitolo

Dal canto suo il 49enne ha sottolineato come si stia “chiudendo una parte importante della mia vita“, rendendo merito pure ai genitori dei due centauri Roser e Julia e ricordando come lavorare gomito a gomito abbia portato ad ottenere grandi risultati.

Sulla nota si specifica, poi, come tra i compiti dell’agenzia rappresentata dall’ex rider, ci fosse pure la cura dell’immagine. “In questo modo siamo riusciti ad essere rispettati come persone e come professionisti“, le parole dei due hondisti.

Senza il contributo dello staff non sarebbe stato possibile arrivare tanto in alto. Ecco perché ci teniamo a riconoscere i meriti degli sponsor, delle squadre e di tutte le professionalità che ci hanno dato una mano a raggiungere i nostri target nel corso delle varie stagioni“.

Nel commento del campione del mondo 1999 classe 125 cc, tutta l’emozione per aver gettato un seme importante. Quello che riguarda nello specifico Marc. Che piaccia o no il #93 rimarrà uno dei corridori più forti della disciplina e specialmente della categoria regina. Predestinato sin dai primi passi nel motomondiale è parso avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza e la continuità dimostrata con il trascorrere dei campionati ne è una prova.

Alzamora ha infatti ricordato i primi passi mossi con il 29enne quando era ancora un ragazzino acerbo. “Ho cercato con umiltà di trasmettergli tutte le mie conoscenza. Assieme abbiamo vissuto momenti incredibili e indimenticabili. Ma anche piuttosto duri come gli incidenti“, ha detto facendo seguire una convinzione.

Non ho dubbi che la nuova tappa del suo percorso lo riporterà ai vertici per continuare a scrivere la storia e godere della sua passione“, il messaggio di sprone. “Per quanto concerne Alex, è uno sportivo esemplare. Il suo modo di lavorare, di sacrificarsi e in generale la sua serietà, lo hanno portato a sgrossare un talento di fondo, che mi fa essere  orgoglioso di ciò che riuscirà a fare. Perché sono certo che per lui il meglio debba ancora venire“.

Entrambi i Marquez arrivano da una fase difficoltosa che per adesso non pare vedere una fine. E pure il 2023 resta un’incognita.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo