MotoGP Austria, Prove Libere 1: Ducati subito al comando

Tempi e classifica della prima sessione di prove libere MotoGP in Austria. Best lap di Johann Zarco, le Ducati vanno subito forte.

Al Red Bull Ring va in scena la prima sessione di prove libere della MotoGP. Ai box è presente Marc Marquez che sta proseguendo la fase di riabilitazione dopo il quarto intervento al braccio. Nella giornata di ieri ha tenuto una conferenza stampa, impossibile preannunciare una data per il ritorno, ma non c’è nessuna intenzione di prendersi rischi inutili, come successo subito dopo l’incidente di Jerez nel 2020.

Pecco Bagnaia (foto Ansa)
Pecco Bagnaia (foto Ansa)

A Zeltweg il cielo è coperto di nuvole grigie ma si gira sull’asciutto e con gomme slick. Il meteo potrebbe essere un fattore decisivo per il fine settimana austriaco, con la gara domenicale che potrebbe riservare la sorpresa pioggia. Sarà sicuramente un week-end entusiasmante, tirato al limite, con Ducati che partirà probabilmente da favorita, ma con Aprilia e Yamaha pronte a ribaltare ogni pronostico.

MotoGP: tempi e classifica delle FP1 al Red Bull Ring

Jack Miller stampa subito un buon crono nella prima sessione di prove libere al Red Bull Ring in 1’36″2 seguito da Johann Zarco, a dimostrazione che le Desmosedici GP qui si trovano a proprio agio. Nelle fasi finali balza al vertice anche la Ducati GP21 di Marco Bezzecchi che, dopo il podio di Assen, cerca di ripetersi e farsi spazio a suon di risultati.

Nel time attack finale cambia tutto, con Jack Miller al comando dopo essersi migliorato nel finale e fermando le lancette in 1’30″7, seguito da Johann Zarco, Joan Mir e Jorge Martin raccolti in otto decimi. Seguono Quartararo, Rins e Binder, con NHakagami, Bastianini e Dovizioso che completano la top-10.

Alle 14:10 la classe regina ritornerà in azione sul tracciato austriaco per la seconda sessione di prove libere. Al termine di questo Gran Premio è previsto un summit Ducati per decidere chi affiancherà Pecco Bagnaia nel team factory dal prossimo anno. A quanto pare Jorge Martin sembra essere il candidato favorito, nonostante le tre vittorie stagionali di Enea Bastianini. In ogni caso entrambi i piloti riceveranno pari trattamento tecnico ed economico, come preannunciato da Paolo Ciabatti nei giorni scorsi.