Che auto guida Valentino Rossi? Ecco tutti i suoi bolidi

Valentino Rossi è una leggenda vivente del mondo delle corse, e dopo l’avventura sulle due ruote ha cambiato carriera. Ecco le sue auto.

La carriera di Valentino Rossi in MotoGP si è chiusa lo scorso 14 novembre a Valenica, ponendo così fine ad una storia d’amore durata oltre un quarto di secolo. Il “Dottore”, che ha vinto nove titoli mondiali segnando un’epoca intera del mondo delle due ruote, ha deciso di gettarsi in nuove avventure, su tutte, quella della famiglia.

Valentino Rossi (LaPresse)
Valentino Rossi (LaPresse)

Lo scorso 4 marzo è venuta al mondo la piccola Giuletta, primogenita della coppia formata dal pilota di Tavullia e dalla sua compagna, Francesca Sofia Novello. Per il momento, non si parla di matrimonio, evento che invece entrerà comunque in famiglia, per quanto riguarda la coppia formata dal fratellino Luca Marini e dalla fidanzata Marta Vincenzi.

L’annuncio delle nozze è arrivato lo scorso 6 luglio, con il rider del Mooney VR46 Racing Team che ha postato sui social uno scatto che lo ritrae assieme alla futura moglie, la quale indossava un vistoso anello. Nell’attesa del suo matrimonio, Valentino Rossi avrà dunque altro da fare all’interno della sua numerosa famiglia, senza dimenticare il mondo delle corse.

A breve infatti, il “Dottore” sarà impegnato nella splendida 24 ore di Spa-Francorchamps, gara di punta del Fanatec GT World Challenge, il campionato nel quale gareggia da quest’anno a bordo dell’Audi R8 LMS gestita dal team WRT. Nella serie Sprint, il pilota di Tavullia ha conquistato il suo miglior risultato in carriera poche settimane fa, chiudendo quinto in Gara 2 a Misano dopo il ritiro nella prima tappa.

Valentino fa coppia con Frédéric Vervisch nel campionato Sprint, che prevede un week-end in cui si disputano due gare da un’ora l’una, mentre nell’endurance a loro si unisce anche Nico Muller, pilota ufficiale di Audi ormai da tantissimo tempo. I tre saranno insieme alla maratona belga, con la speranza di poter ottenere un gran bel risultato.

Valentino Rossi, ecco l’auto che guida e quelle personali

Valentino Rossi è sempre stato un grandissimo appassionato di auto, come provano le tante gare disputate in carriera. Il “Dottore” ha partecipato a tantissime edizioni del Monza Rally Show dove ha anche vinto, oltre a diverse gare nel mondo delle GT come la 12 ore del Golfo o la 6 ore di Vallelunga.

Il nove volte campione del mondo del Motomondiale ha anche flirtato con la F1, facendo una serie di test con la Ferrari nella seconda metà degli anni Duemila. Il #46 giallo decise poi di concentrarsi sulle moto, ma è tornato al volante di una monoposto a fine 2019, quando salì a bordo della Mercedes di Lewis Hamilton a Valencia, nel giorno in cui il campione della F1 provò la sua Yamaha M1 in uno scambiò organizzato da uno sponsor in comune.

Attualmente, Valentino Rossi corre a tempo pieno nelle auto, sulle quali si diverte molto e dove ha tanta voglia di imparare. L’Audi R8 LMS è il gioiellino con cui gareggia, e si tratta di un modelo che la casa di Ingolstadt ha aggiornato per l’ultima volta nel 2021, con l’aggiunta dell’appellativo “EVO” nel nome.

Aerodinamica, telaio, traction control ed ala posteriore sono state modificate, e confrontando le foto della versione precedente si notano delle grosse differenze, soprattutto nella parte posteriore del veicolo. Anche le sospensioni sono cambiate e risultano ora regolabili in quattro modi differenti, mentre il motore è un V10 da 5.2 litri e raggiunge i 585 cavalli di potenza massima. Un vero e proprio mostro per azzannare le piste di tutto il mondo.

Il prezzo di vendita è salito a 429 mila euro, ben più alto dei 398 mila della versione precedente. L’Audi ha affidato al “Dottore” il miglior team che ha a disposizione, vale a dire quello gestito dal preparatore belga Vincent Vosse, che ha già vinto tantissimo in questa tipologia di gare.

Per quello che riguarda il garage personale, il “Dottore” ha davvero una collezione da far invidia a chiunque. Tra le sue vetture spunta la presenza di una Ferrari 488 Pista, un’Audi RS6 Avanti che raggiunge delle performance da brivido ed un’Opel Adam, alla cui colorazione ha pensato il grande Aldo Drudi, il quale ha disegnato tantissimi caschi dei piloti della MotoGP.

Come ben sappiamo, non mancano neanche le moto nel suo garage, in particolare quelle che lo hanno portato al mondiale, come le Aprilia della 125 e 250 e le più recenti Yamaha. Alla sua collezione mancano le Honda, quelle che gli diedero i primi titoli iridati in top class.

Lo scorso anno, ne nacque anche una breve polemica con Albert Puig, il team manager della HRC, che alla richiesta di Valentino rispose che la Honda non avrebbe mai regalato le proprie moto togliendole dal museo. Di questa storia poi non si è saputo più nulla, ma appare davvero assurdo che colui che portò in cielo quella moto non può averne una da collezione, anche se non fosse proprio quella originale. Tuttavia, il gara del nove volte iridato resta pieno zeppo di pezzi di storia, che in futuro potrebbero anche aumentare.

 

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo