Ferrari, torna in pista ad Imola: guardate che mostro (FOTO)

La Ferrari è al lavoro sulla pista di Imola per testare la propria Hypercar in vista del debutto nel WEC che avverrà la prossima stagione.

In casa Ferrari non c’è solo la F1. Ai primi di luglio è andato in scena lo shakedown della nuova ed attesissima Hypercar, la quale darà l’assalto alla 24 ore di Le Mans ed al titolo mondiale del FIA WEC a partire dal 2023. Il calendario della nuova stagione non è ancora stato ufficializzato, ma è quasi sicuro che si inizierà a metà marzo con la 1000 Miglia di Sebring, che si disputà sullo storico tracciato della Florida.

Ferrari (AdobeStock)
Ferrari (AdobeStock)

Sarà un evento molto atteso e seguito da tutto il mondo del motorsport, visto che il Cavallino non partecipa alla top class del mondiale endurance dai primi anni Settanta, quando si chiamava ancora mondiale marche. Ancora c’è molto riserbo sul programma, sia sui piloti che sulle caratteristiche tecniche del mezzo, che sarà con certezza ibrido.

La Ferrari è l’unica casa di quelle iscritte a partecipare sia al FIA WEC che alla F1, per cui non è escluso che molto di quanto imparato nella massima formula verrà poi sfruttato anche in questa nuova categoria. L’esordio a Fiorano era stato affidato al grande Alessandro Pier Guidi, bi-campione del mondo piloti e due volte vincitore della 24 ore di Le Mans in classe GTE PRO, sulla mitica 488 GTE #51 gestita dall’AF Corse.

Con grande probabilità, il pilota di Tortona farà parte del programma, così come altri nomi importanti nel mondo dell’endurance quali James Calado, ma anche tanti altri che però ancora non sono stati svelati. Tuttavia, la cosa più importante è ora quella di far crescere il prototipo e renderlo competitivo ed affidabile, ed è per questo che sono previste tante sessioni di test per arrivare pronti al debutto ufficiale. Negli ultimi giorni, la vettura ha girato infatti sulla pista di Imola.

Ferrari, gira ad Imola la nuova Hypercar per il FIA WEC

Chi si trovava nelle vicinanze del tracciato di Imola è stato richiamato dal canto del motore Ferrari, andando ad assistere in prima persona alle prove private organizzate per lavorare sulla nuova Hypercar. Al contrario di quanto avvenne a Fiorano, la nuova vettura del Cavallino ha svelato i suoi fari anteriori, che sono posizionati in basso ai lati del muso.

Sono circolate alcune immagini che vedevano la nuova Ferrari ferma nella zona delle Acque Minerali, ma pare che non ci fosse alcun problema di sorta. Stando a quanto riportato da varie fonti, sembra che l’auto sviluppata in collaborazione con AF Corse si stesse sottoponendo a delle prove su brevi distanze, anche di pescaggio benzina.

L’Hypercar è stata poi caricata sul carro attrezzi e riportata ai box, per poi tornare in pista pochi minuti dopo. Dalle poche immagini che sono state diffuse, non è possibile capire chi fosse il pilota impegnato al volante, mentre la livrea ufficiale non è ancora stata svelata. L’auto si è presentata nella classica colorazione camouflage, sfruttata per non rivelare tutti i dettagli tecnici alla concorrenza. La stessa cosa era stata fatta anche dalla Porsche sulla nuova 963, che è stata svelata circa un mese e mezzo fa.

C’è da dire che l’attesa è ai massimi storici, visto che da tantissimo tempo si attendeva che il Cavallino facesse il suo debutto in questa categoria. Di voci ce ne erano state molte anche ai tempi della presidenza di Luca Cordero di Montezemolo, che nel 2009 diede anche il via alla 24 ore di Le Mans sbandierando per segnalare ai piloti di premere il pedale dell’acceleratore.

All’epoca non se ne fece niente, ma poco più di un decennio dopo è arrivato il grande momento. Non sarà facile pensare di battere la Toyota, da anni regina della maratona francese, ma anche la Porsche, che ogni volta in cui è arrivata a Le Mans ha sempre posto il proprio marchio sulla coppa dei vincitori. La sfida sarà di livello galattico.