MotoGP, Alex Marquez demolisce la Honda: la sua critica è durissima

Alex Marquez parla del passaggio da Honda e Ducati: per lui un’occasione di riscatto dopo anni complicati in MotoGP.

Probabilmente Alex Marquez non vede l’ora che finisca questo campionato MotoGP per iniziare la sua prossima avventura. Com’è noto, ha firmato con il team Gresini Racing e nel 2023 guiderà una Ducati. Dopo tre anni sulla Honda, un grande cambiamento.

Alex Marquez (Ansa Foto)
Alex Marquez (Ansa Foto)

Per il pilota spagnolo il salto dalla RC213V alla Desmosedici GP rappresenta una grande chance di riscattare delle stagioni complicate. Guiderà una moto che sembra adattarsi a più stili di guida e che potrebbe permettergli di esprimere il suo reale potenziale. In sella alla Honda ha faticato parecchio in questo triennio, nonostante avesse a disposizione i consigli del fratello Marc.

Nonostante la casa di Tokio abbia portato in pista una moto profondamente cambiata nel 2022, ciò non è bastato al due volte campione del mondo per essere competitivo. Ha conquistato solamente due piazzamenti in top 10, il migliore è stato il settimo posto a Portimao proprio dietro al fratello. Le aspettative erano diverse, però va detto che tutti i piloti HRC stanno faticando e non danno risultati. L’unico che li faceva, cioè Marc, è fuori per via della quarta operazione all’omero destro.

Alex Marquez sul passaggio da Honda e Ducati

Alex Marquez non era soddisfatto nel team LCR Honda e ne ha parlato al Sachsenring con Lucio Cecchinello, spiegandogli di aver bisogno di un cambiamento di moto e di nuove motivazioni. In quel momento non aveva ancora un accordo con il team Gresini e c’era la possibilità che non fosse presente sulla griglia MotoGP nel 2023.

Se da un lato c’era il suo desiderio di avere una svolta, anche in casa Honda non c’era granché voglia di proseguire con lui. Lo ha ammesso lo stesso pilota a Motorsport.com: “Penso che entrambe le parti volessero cambiare. Anche Honda sentiva di dover cambiare i piloti per dei motivi. Non entro nel merito, perché ho un’altra opinione. Però è stata anche una decisione loro di cambiare Pol Espargarò e me, poi vedremo cosa succederà con Nakagami. Era chiaro che restare non fosse un’opzione per me”.

Il team LCR Honda ha già annunciato l’ingaggio di Alex Rins per sostituirlo. Il rider della Suzuki ha dovuto cercarsi una nuova sistemazione dopo la decisione della casa di Hamamatsu di abbandonare la MotoGP a fine anno e si è accordato con Cecchinello. Dovrebbe firmare con HRC anche il suo attuale compagno di squadra Joan Mir, però le firme continuano a tardare e c’è una situazione davvero strana.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

In ogni caso, Marquez è riuscito a trovare un’ottima squadra per il 2023 e con Gresini Racing può veramente pensare di rilanciarsi. Prenderà il posto di Enea Bastianini, destinato a correre nel team factory Ducati oppure in quello satellite Pramac. Troverà un ambiente familiare e al tempo stesso molto professionale, una chance che non deve sprecare.