Kimi Raikkonen si trasferisce in Italia: svelato dove andrà a vivere

L’ex pilota di F1 Raikkonen sarebbe in procinto di abbandonare la Svizzera per l’Italia. Ecco cosa lo ha convinto al cambio radicale.

All’Italia Kimi Raikkonen è sempre stato affezionato. Ci veniva a correre da bambino facendosi migliaia di chilometri in macchina dalla Finlandia, è stato uno dei più longevi portacolori della Ferrari per cui ha vinto l’ultimo titolo della scuderia nel 2007, ha sposato Minttu Virtanen nell’abbazia sconsacrata di San Galgano, in provincia di Siena e in Toscana trascorre buona parte delle vacanze, spesso in compagnia di Gino Rosato, suo testimone di nozze e una dei pochi storici personaggi nel box del Cavallino.

Kimi Raikkonen (Ansa Foto)
Kimi Raikkonen (Ansa Foto)

Proprio l’italo-canadese un paio di settimane fa aveva condiviso su Instagram un video che mostrava il driver di Espoo intento a dissetare un cane rimasto chiuso in macchina nella regione di Dante e Leonardo.

In poche parole, il tempo che Iceman passa nello Stivale è notevole, motivo per cui avrebbe deciso di fare armi e bagagli e cambiare casa.

Stando a quanto riportato da il Corriere della Sera, il 42enne avrebbe deciso di lasciare la storica Villa Butterfly, dimora ricca di ogni confort da 178 milioni di euro, sita a Zugo nei pressi di Zurigo, acquistata con la ex moglie Jenni Dahlman, per trasferirsi da noi, precisamente sul lago di Como.

Sulla scia di altri vip blasonati “l’uomo di ghiaccio” avrebbe dunque optato per una location rinomata e paesaggisticamente simile a quella lacustre elvetica e lo scorso mese di aprile sarebbe stato in visita a Tremezzo per farsi un’idea dell’area.

Una mossa che farà sorgere parecchi interrogativi in chi sta leggendo. Ad esempio, come si fa a lasciare la Svizzera, notoriamente amica dei grandi correntisti, per venire nella patria delle tasse e della burocrazia? Ebbene, sembra che il corridore, per un periodo convertitosi ai rally, potrà godere degli incentivi fiscali concessi ai lavoratori che dall’esterno mettono le basi nel Bel Paese.

Raikkonen lascia la Svizzera: ecco il motivo

In questa maniera potrà seguire da vicino e senza grossi trasferimenti il percorso sportivo del figlio Robin, si dice ben avviato nei kart di cui l’Italia è un po’ la patria.

Inoltre la sua dolce metà sembrerebbe amare molto la nostra cultura e la nostra cucina.

Attualmente l’ex Alfa Romeo sta svolgendo il ruolo di team manager della Kawasaki nel campionato mondiale di motocross. Serie che, manco farlo apposta, vanta ben tre round sul nostro territorio: a Mantova, a Maggiora e in Sardegna.

Prossimamente invece, Kimi tornerà a indossare casco e tuta negli Stati Uniti. Il finnico si è fatto convincere da Justin Marks, proprietario della Trackhouse Racing, nonché fautore del  NASCAR “Project 91”. Un programma aperto ai piloti di fama internazionali, portati in America a gareggiare per pubblicizzare la disciplina dedicata alle stock car.

Il 21 volte vincitore di un GP di F1, il prossimo 21 agosto si calerà nell’abitacolo di una Chevrolet Camaro ZL1 per dare battaglia sul mitico Watkins Glen. Per lui non sarà la prima volta su questo genere di vetture avendo già preso parte ad una manche della Truck Series e ad una della Nationwide Series nel 2011.