Ferrari, ora corre anche da sola: eccola con la guida autonoma (VIDEO)

State per rimanere scioccanti dalle immagini di questa Ferrari 458 Spider che viaggia a tutta velocità senza mani sul volante. Tenetevi forte.

Le innovazioni tecnologiche stanno rivoluzionando, radicalmente, il modo di concepire e vivere l’esperienza di guida. Un’auto sportiva, solitamente, viene acquistata per provare l’ebrezza della velocità e godere di un sound da far drizzare i capelli. Nel caso non si volesse rinunciare anche ad un po’ di vento, un bella spider del Cavallino e ciò che fa al caso di un appassionato facoltoso di auto. Mai si sarebbe immaginata una Ferrari in grado di fare tutto da sola. A Maranello hanno sempre osteggiato l’idea di un’auto a guida autonoma, ma si era detto la stessa cosa anche per i SUV in passato, quindi il progetto del video in basso non è detto che non torni di grande attualità nel futuro prossimo.

Ferrari (AdobeStock)
Ferrari (AdobeStock)

La Ferrari sta cambiando pelle, tra qualche mese vedremo sulle strade il primo utility vehicle, ovvero il FUV Purosangue. Sarà poi il turno della prima vettura 100% elettrica del Cavallino Rampante. Nel 2025 la supercar ad emissioni zero dovrebbe andare a sfatare un altro tabù, ma a tutto c’è un limite. In merito alla guida autonoma, qualche settimana fa, l’amministratore delegato della Ferrari Benedetto Vigna si è espresso in un modo chiaro. “I ragazzi dell’AI sono saliti a bordo con il nostro collaudatore, una volta scesi – ha rivelato Vigna avrebbero candidamente ammesso: ok Benedetto, la nostra presentazione è inutile”. Quindi al momento sarebbe da scartare l’ipotesi della guida autonoma. L’uomo deve rimanere al centro dell’esperienza e non essere un passeggero.

Continueremo a sviluppare sistemi di assistenza al guidatore sempre più evoluti, ma al tempo stesso – ha annunciato l’A.D. al Capital Markets Day – Ferrari non equipaggerà mai i suoi modelli di sistemi autonomi di livello 5, cioè quei programmi che consentirebbero all’auto di funzionare senza l’intervento umano”. Inizialmente si era detto lo stesso di una ibrida o elettrica. Chi mai acquisterebbe una vettura sportiva con una batteria agli ioni di litio? Eppure la mentalità sta cambiando o è già cambiata. La Ferrari, nei suoi piani futuri, prevede il lancio di 15 nuovi modelli nei prossimi 4 anni e già questo è un bel cambio di paradigma. Ma per ora i vertici della casa fondata da Enzo Ferrari non hanno nessuna intenzione di pensare ad una Rossa con guida autonoma.

Per guidare una Ferrari al limite occorre avere delle abilità importanti. Non si sa mai che un giorno qualche importante investitore straniero, guardando il video in basso, non faccia cambiare idea al brand nostrano. Protagonista della sgasata è una magnificata 458, prodotta dalla Ferrari dal 2009 al 2015. La vettura fu proposta in quattro varianti: Italia, Spider, Speciale e Speciale A, versione spider della Speciale. L’auto che ammirerete nel video in basso è la Spider, presentata a Maranello dai piloti F1 dell’epoca, Fernando Alonso e Felipe Massa. La Rossa fu subito apprezzata dal grande pubblico, anche grazie alla particolarità del tettuccio. Per la prima volta fu concepito un meccanismo che univa il movimento retrattile a quello rotativo per migliorare il ripiegamento nella zona posteriore dell’auto. La Spider, grazie a questa tecnologia innovativa, risultò molto più leggera.

Ferrari, ecco come viaggia senza mani

La 458 era equipaggiata da un motore 8 cilindri disposti a V. Il nome della vettura derivava alla cilindrata (di 4,5 litri), seguito dal numero dei cilindri del motore. Le performance continuano ad essere impressionanti. La Rossa percorre lo 0 a 100 km/h in 3,5 secondi, mentre la velocità massima è di 320 km/h con un rapporto peso/potenza è di 2,50 kg/CV. Non solo potente, ma anche bellissima sul piano estetico. La 458 Spider vinse diversi riconoscimenti: Cabriolet of the Year 2011, International Engine of the Year 2011, International Engine of the Year 2012 e Best Performance Engine over 4 liter 2012 da parte del magazine BBC Top Gear. Inoltre, il Sunday Times le ha conferito il Best Sports Car and Convertible 2012.

Un vero e proprio gioiello che andrebbe sempre guidato con attenzione. Ma se le skill non sono una prerogativa di tutti gli automobilisti, lo sono, apparentemente, quelle preimpostate dell’intelligenza artificiale. La vettura, come ammirerete nel filmato in basso, viaggia senza l’aiuto del guidatore che rimane spettatore con el mani lontane dal volante. La scena fa venire un po’ i brividi, anche perché la supercar è protagonista anche di burnout e manovre al limite. L’esperimento avvenuto in Germania lascia anche un po’ perplessi in merito all’utilità di una esperienza del genere all’interno di un bolide di Maranello. Riconoscete questa spider Ferrari da 800 CV? Guardate che mostro.

L’esperimento mira a evidenziare il potenziale della guida autonoma. In merito alla questione vi consigliamo di approfondire il seguente articolo: l’Autopilot Tesla fallisce: lo schianto in autostrada è scioccante (VIDEO). La scelta di questo progetto è ricaduta su una Ferrari per dare ancora più visibilità alla trovata. L’iniziativa è stata fatta su una Ferrari 458 Spider proprio allo scopo di far parlare della tecnologia. La soluzione è valida e funziona, seguendo la logica “by-wire”, con elementi di comando elettrici. Il sistema battezzato Space Drive muove l’auto come un joystick di un videogame. L’idea di Paravan è estrema, ma può magari servire per le persone disabili, che vorrebbero provare il brivido di sedersi al posto del guidatore. VI lasciamo alle immagini del filmato che non dimenticherete facilmente.

Entra nel gruppo per news di F1, MotoGp, Auto, moto e pronostici

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli di motori


  1. Telegram - Gruppo base