Rosberg, grandi elogi a Leclerc: ma mette in guarda il pilota Ferrari

Rosberg elogia Leclerc dopo la pole in Francia: ma indica anche delle insidie in vista della gara del pilota Ferrari.

Sarà Charles Leclerc a partire davanti a tutti nella gara di F1 a Le Castellet. Sua la pole position nelle attese qualifiche disputate al Paul Ricard. In vista della gara, però, è difficile dire chi sia favorito.

Nico Rosberg (Ansa Foto)
Nico Rosberg (Ansa Foto)

Ci saranno temperature molto alte, il degrado delle gomme sarà un fattore determinante e dunque sarà importante essere bravi nella gestione. Da vedere se sarà la Ferrari ad essere più forte sotto questo punto di vista oppure la Red Bull. La sensazione è che sia quest’ultima ad avere un piccolo vantaggio.

Da considerare anche che la scuderia di Milton Keynes potrà giocare a due punte, visto che Max Verstappen avrà dietro Sergio Perez pronto a sua volta a insidiare il ferrarista. Invece quella di Maranello ha Carlos Sainz che partirà in fondo alla griglia per il cambio motore e che difficilmente riuscirà ad andare oltre un sesto posto. Complicato che riesca ad aiutare il compagno di squadra, a meno che non succeda qualche episodio (safety car) durante la corsa.

F1 GP Francia: l’analisi post qualifiche di Rosberg

Nico Rosberg al termine delle Qualifiche del Gran Premio di Francia ha parlato ai microfoni di Sky Sport F1 elogiando Leclerc: “Che giro che ha fatto! Veramente fantastico, incredibile. Secondo me è il più forte sul giro secco, anche quando è sotto pressione”.

Anche se il pilota Ferrari è stato molto bravo a conquistare la pole position, Rosberg lo mette in guarda in vista della gara perché Verstappen può essere particolarmente forte: “Max è lì per la gara. Non so se la Ferrari possa aver sbagliato il livello di aerodinamica, perché si è visto venerdì nella simulazione che Leclerc aveva tanta difficoltà dopo qualche giro. Consumava troppo le gomme, invece Verstappen era messo meglio. La Red Bull ha molto meno carico aerodinamico, quindi va più veloce sul rettilineo e meno nelle curve, mette meno pressione sulle gomme. Questo può aiutare Max”.

Il campione del mondo 2016 di Formula 1 espone un altro elemento che, oltre alle gomme, può complicare i piani di Leclerc: “Un altro svantaggio è Perez, che è terzo e può giocare un ruolo importante nelle strategie, risultando un problema per Charles visto che Sainz è indietro. Sarà una gara interessante”.

Per il driver monegasco sarà una corsa complicata fin dal via, dove avrà due Red Bull che proveranno a superarlo. Servirà una prestazione da campione per vincere al Paul Ricard. Il talento non gli manca, ma è necessario che la Ferrari F1-75 si comporti nella maniera giusta, soprattutto con le gomme.