Ferrari, novità tecniche a Silverstone: ecco cosa cambierà sulla Rossa

La Ferrari prepara la trasferta di Silverstone, dove c’è il chiaro obiettivo di tornare alla vittoria. Diversi sviluppi per Leclerc e Sainz.

In casa Ferrari c’è la sensazione che il Gran Premio di Gran Bretagna sarà una sorta di dentro o fuori. Il Cavallino ha sacrificato il GP del Canada per deliberare nuovi elementi della power unit sulla monoposto di Charles Leclerc, con l’obiettivo di evitare nuove penalità in griglia sino alla fine della stagione. Cercando di scongiurare altre rotture dopo quelle di Barcellona e Baku.

Ferrari F1-75 (LaPresse)
Ferrari F1-75 (LaPresse)

Sin qui, la stagione del Cavallino è stata piuttosto deludente, soprattutto pensando a come era cominciata. Il monegasco era in fuga mondiale dopo le prime tre gare, con due vittorie ed altrettante pole position in Bahrain ed in Australia, tre giri veloci ed un secondo posto in Arabia Saudita, con 71 punti conquistati su 78 disponibili.

Max Verstappen era stato costretto al ritiro per ben due volte, cosa che lo aveva portato a -46 dal rivale, e la stagione appariva tutta in discesa per la Ferrari ed il suo pilota di punta. Tuttavia, la gioia è stata effimera, dal momento che la Red Bull ha poi infilato sei vittorie consecutive da Imola in poi, demolendo le ambizioni iridate della Scuderia modenese.

Leclerc ora è a quota 126 punti in classifica, ciò significa che nelle ultime sei gare ha ottenuto la miseria di 55 punti. Il monegasco non va a podio dall’8 maggio, giorno del secondo posto conquistato nel Gran Premio di Miami. Decisamente troppo poco per sperare di portare a casa il titolo iridato, ma anche per pensare di poterselo giocare sino in fondo.

Charles ha perso 95 lunghezze nei confronti di Verstappen negli ultimi due mesi, precipitando a -49, con anche 3 punti di ritardo da Sergio Perez. Uno scenario del genere non era di certo contemplato, ed è inutile giustificare il tutto con il fatto di essere tornati competitivi dopo anni di sofferenza. Tutte le squadre, in questa stagione, partivano completamente da 0, per cui non c’era nessun gap da recuperare sui rivali.

Ferrari, ecco le novità tecniche pronte per Silverstone

Come vi abbiamo già annunciato in questi giorni, Red Bull e Mercedes si presenteranno in pista per il Gran Premio di Gran Bretagna con delle grandi novità tecniche. Sulla RB18 è atteso un ulteriore calo di peso dopo i 4 kg persi ad Imola, mentre la freccia d’argento cercherà di dare seguito all’ottimo week-end di Montreal. Anche la Ferrari dovrebbe portare un nuovo step dopo quello di Barcellona, anche se in maniera leggermente ridotta.

La pista di Silverstone potrebbe esaltare le caratteristiche tecniche della RB18, che vista la sua grande efficienza aerodinamica va a nozze sulle curve veloci e sui rettilinei, entrambi presenti in gran quantità sulla storica pista britannica. Come spiegato da Paolo Filisetti sulle colonne di “RacingNews365“, sulla F1-75 potremo vedere diverse novità.

In Canada, Charles Leclerc ha corso con un’ala posteriore più scarica, che verrà utilizzata proprio a Silverstone, ma ci sarà anche dell’altro. Altri aggiornamenti sono attesi nella zona del fondo e del diffusore, con l’obiettivo di continuare a ridurre il fastidioso fenomeno del porpoising, che a Silverstone dovrebbe comunque presentarsi in maniera minore visto che l’asfalto è molto liscio, al contrario, ad esempio, di quello di Baku.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il divertimento non mancherà sul tracciato britannico, dove la Scuderia modenese ha vinto solo nel 2018 nel corso dell’era ibrida, quando Sebastian Vettel firmò il capolavoro beffando le Mercedes. La Red Bull ha vinto qui nel 2020 con Max Verstappen, e c’è da dire che anche lui non fu da meno soprattutto in fase di gestione gomma, riuscendo ad avere la meglio sui siluri neri del team di Brackley. I tifosi sognano una battaglia a tre per la vittoria, con la Rossa che non ha alternative alla vittoria.