Verstappen, successo ammazza-mondiale? L’olandese non ha dubbi

Max Verstappen ha vinto a Barcellona, scavalcando Charles Leclerc nel mondiale. Ora per il Cavallino si fa molto dura.

Una domenica esaltante per Max Verstappen e la Red Bull, disastrosa per Charles Leclerc e la Ferrari. Dopo oltre due mesi, il tandem italo-monegasco cede il passo alla concorrenza in entrambe le classifiche, con gli anglo-austriaci che, grazie alla doppietta, vanno in fuga tra i costruttori.

Verstappen (LaPresse)
Verstappen (LaPresse)

Sergio Perez si è dimostrato un perfetto uomo-squadra, cedendo la posizione per ben due volte al campione del mondo. La Ferrari, dal canto suo, sta correndo con un pilota soltanto, viste le incresciose prestazioni di Carlos Sainz, oggi quarto ma protagonista di continui errori, e solo grazie al problema nel finale della Mercedes di Lewis Hamilton è riuscito a chiudere nel mezzo delle due frecce d’argento.

La gara di Verstappen era iniziata anche nel peggiore dei modi, con un lungo che lo aveva relegato dietro a George Russell e Perez. Il campione del mondo ci ha regalato un fantastico duello con il quasi coetaneo di casa Mercedes, bravissimo a difendersi nonostante una vettura inferiore.

Super Max è riuscito a vincere una corsa dove ha sofferto di continue problematiche con il DRS, ma anche grazie ad una buona dose di fortuna. Leclerc, con grande probabilità, avrebbe vinto tranquillamente questa gara, dopo averla dominata in lungo ed in largo per quasi metà della sua durata.

Per l’olandese ora si aprono scenari eccellenti in chiave mondiale. La classifica dice che ora guarda tutti dall’alto con 110 punti, a +6 sul rivale monegasco. Il guasto, in casa Ferrari, non era proprio nei piani, visto che era stata la Red Bull la protagonista di cedimenti di affidabilità in questo inizio di stagione.

Il figlio di Jos può essere molto soddisfatto, visto che questa era una pista che avrebbe dovuto favorire il Cavallino. Dopo Monte-Carlo, altro tracciato che dovrebbe giocare a favore degli uomini in rosso, arriveranno tracciati come Baku e Montreal, destinati ad esaltare le caratteristiche tecniche del team di Milton Keynes come l’efficienza aerodinamica.

Verstappen, ecco le sue parole dopo la vittoria

Quarta vittoria stagionale in sei appuntamenti per Max Verstappen, che dopo quasi due mesi di inseguimento è tornato a comandare il campionato del mondo. Charles Leclerc e la Ferrari andranno ora a Monaco carichi di pressione, nella consapevolezza che un’altra sconfitta significherà l’addio ai sogni mondiali, per l’ennesima volta.

Al termine della gara, l’asso della Red Bull ha raccontato le sue sensazioni: “Sono uscito di pista per il vento, ho perso il posteriore. Quando stavo attaccando George non funzionava il DRS, era difficile. Un bel finale grazie alla nostra strategia, tutto è stato perfetto nella seconda parte“.

Ho cercato di mantenere la concentrazione, sono molto contento anche per Checo. Il passo con le Soft? Il comportamento della vettura è stato perfetto, tutto è andato alla grande. La lotta con George? Ero frustrato per la mancanza del DRS, ma poi sono riuscito a passare con i pit-stop. Sono contento e voglio continuare così, sappiamo che gli avversari hanno una gran macchina, ma noi non siamo da meno. Continueremo a spingere“.

Verstappen si è preso una vittoria che ad un certo punto appariva impensabile. Il distacco da Leclerc, al momento del guasto della Ferrari, era di circa 15 secondi, con in mezzo la Mercedes del combattivo George Russell. I prossimi appuntamenti sono difficili da prevedere, ma nel box della Scuderia modenese c’è anche un altro allarme.

Ad Imola, infatti, Charles aveva già montato la seconda power unit su tre, ed ora ci sarà da capire in tempi brevi se il problema di oggi sia risolvibile o meno. Sentendo il rumore dall’on-board, sembra trattarsi di un guasto al turbo, ma dovremo attendere il comunicato del Cavallino per saperne di più.