Ferrari insaziabile: ecco quanto guadagna con gli sviluppi sulla F1-75

Le indiscrezioni fanno ben sperare i tifosi della Ferrari. In Spagna le evoluzioni potrebbero assicurare al team un bel vantaggio.

In vetta alla generale costruttori con 157 punti contri i 151 della Red Bull, la Ferrari potrebbe prendere un ulteriore margine in quel del Montmelo. Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport la F1-75 avrà dalla sua un’evoluzione che dovrebbe aiutarla e non poco nel confronto con la concorrenza.

Carlos Sainz, Ferrari (Ansa Foto)
Carlos Sainz, Ferrari (Ansa Foto)

Almeno sulla carta le novità riguardanti il fondo e il diffusore dovrebbero portare fino a quattro decimi in più di performance a Leclerc e Sainz, il quale si augura di ottenere la prima e agognata vittoria in F1. Un risultato che sarebbe ancora più gratificante se arrivasse in casa.

La Ferrari avrà un pacchetto più potente in Spagna

Dal paddock del Catalunya hanno già cominciato a circolare alcune immagini della vettura che dovrebbe sfoggiare altresì un alettone adattato alle esigenza della pista iberica e dunque con maggior carico.

A Miami il boss Mattia Binotto aveva parlato di un deficit di un paio di decimi rispetto alla RB18 che aveva trionfato con Verstappen.

Ovviamente finché non cominceranno le prove non si può sapere, ma la sensazione che arriva da Barcellona è che effettivamente il Cavallino sarà in grado di fare un passo avanti. Se sarà sufficiente per mettersi alle spalle Max e magari conquistare una doppietta, resta da vedere.

A Milton Keynes nelle ultime settimane hanno lavorato sodo, per rimediare subito alle carenze, e in Florida se n’è avuta dimostrazione. La monoposto disegnata da Adrian Newey è apparsa più completa e competitiva rispetto al Bahrain e alla macchina di Charles e Carlos.

La differenza in classifica tra le due equipe è decisamente sottile e fa presagire un testa a testa ravvicinato, peggio ancora di quello del 2021 con la Mercedes protagonista. Più ampia, invece, la forbice tra i piloti. il monegasco è tranquillamente al comando con 104 punti contro gli 85 del campione in carica. Almeno per ora la maggior affidabilità della Rossa ha dato un contributo importante.

In ottica mondiale è certamente importante andare avanti così, nella speranza che anche il madrileno abbia scontato il suo debito con la sorte dopo il doppio ritiro di Australia ed Emilia Romagna. Nel suo giardino, il #55 è atteso ad una prova di forza, altrimenti il suo campionato potrebbe essere segnato. Non è del tutto fantasia che concluso il GP di Monaco della prossima settimana, il figlio d’arte debba fare i conti con le gerarchie.