Aleix Espargarò sogna a Le Mans: “Spero solo non accada questo”

Dopo il terzo posto in qualifica nel GP di Francia, Espargarò si dice davvero contento della sua Aprilia e spera domani in una gara “normale”.

Solo 159 millesimi lo separano da una pole incredibile di Pecco Bagnaia, autore del nuovo giro veloce di Le Mans di tutti i tempi. Aleix Espargarò può dirsi più che soddisfatto dopo le qualifiche francesi, perché è lì con i migliori, in prima fila. E domani in gara può davvero puntare a un risultato che sarebbe davvero storico per il marchio italiano sul circuito che ha fatto la storia non solo del Motomondiale. Anche perché dietro ha nomi importanti che è stato davvero un bene tenere alla lontana. A partire da quel Marc Marquez con cui è entrato in polemica ormai da diverso tempo.

Aleix Espargarò (ANSA)
Aleix Espargarò (ANSA)

Lo spagnolo dell’Aprilia ha beffato Fabio Quartararo, leader della generale oltre che campione del mondo in carica e idolo di casa. E non è un fattore da poco, visto che i due in classifica sono separati davvero da pochi punti. E dovessero andare le cose per il verso giusto, domani addirittura potrebbe ritrovarsi di nuovo a guardare tutti dall’alto in basso.

Espargarò, giri perfetti a Le Mans

Il weekend francese per Espargarò è cominciato molto bene, ma a dire il vero i primi 10-15 piloti sono tutti molto vicini ed è un attimo ritrovarsi in mezzo al gruppo. Lo spagnolo è stato bravo invece a mantenere la calma e sfruttare al meglio le gomme innanzitutto per rimanere in Q2 e poi dare anche l’assalto a una incredibile prima fila.

“Non volevo davvero commettere errori, perché non avevo moto di riserva – ha detto dopo il traguardo Aleix Espargarò -. Ho rotto la prima moto in FP4 e non mi sentivo ancora così sicuro con la seconda. Per questo durante il mio primo stint sono stato abbastanza attento, ma ero anche veloce. Poi però mi sono detto che era ora di dare il massimo con le gomme nuove. Sono stato fortunato con il traffico, perché è un circuito piccolo e quindi ho beneficiato di una pista libera davanti a me. Il mio secondo giro è stato perfetto, non ho commesso errori e penso che fosse semplicemente impossibile andare più veloce di quel 1’30.6″.

Poi ha raccontato un po’ l0’evoluzione della sua moto in questo weekend francese: “Quando tutto funziona, anche nelle piste per noi difficili le cose non ci vanno male – ha spiegato ai microfoni di Sky Sport – La squadra mi ha aiutato e per questo sono molto contento. Abbiamo lavorato e fatto delle modifiche all’ammortizzatore per aiutarmi a fermare la moto come voglio io. Sono più bravo dove posso fare percorrenza, questo è vero, però ci siamo adattati bene. In qualifica gli ultimi due giri sono stati praticamente perfetti”.

Adesso però le cose potrebbero cambiare. Infatti per domani la possibilità che si abbia gara bagnata come lo scorso anno ci sono. Ma Espargarò prova a pensare positivo: “Spero che domani non piova. Ma oggi sono soddisfatto, Le Mans non è una delle mie piste preferite”.