Aleix Espargaró, brutto rapporto con Marquez? Lui vuota il sacco

Un altro podio per Aleix Espargaró che resta in scia a Fabio Quartararo in classifica. L’Aprilia continua a sorprendere tutta la MotoGP.

Nella domenica della rinascita per Pecco Bagnaia e la Ducati, si conferma molto solida anche l’Aprilia. Al Gran Premio di Spagna è arrivato il terzo podio stagionale per Aleix Espargaró, che resta assolutamente un candidato alle prime posizioni nella battaglia per il titolo mondiale.

Aleix Espargaró (ANSA)
Aleix Espargaró (ANSA)

Lo spagnolo è stato in quinta piazza per tutta la durata della gara, attendendo che tra Jack Miller e Marc Marquez accadesse qualcosa. A pochi giri dalla fine, la Ducati dell’australiano è andata in difficoltà con la gomma anteriore, e la Honda dell’otto volte campione del mondo ha trovato il sorpasso.

Aleix Espargaró ne ha approfittato poche curve dopo, scavalcando il vincitore dello scorso anno. Il rider iberico è poi stato aiutato da un errore del connazionale, finito lungo all’ultima curva e che con un miracolo è riuscito ad evitare una nuova caduta. Il rider dell’Aprilia è così salito in terza piazza, riuscendo a gestirla fino alla fine.

Va detto che il ritmo imposto da Bagnaia e Fabio Quartararo, staccati di due decimi tra di loro al traguardo, è stato infernale, impossibile da sostenere per tutto il resto del gruppo. La conferma arriva dal fatto che Aleix ha chiuso con ben undici secondi di ritardo, e nei pochi giri che ha avuto a disposizione a pista libera si era visto rifilare comunque un paio di secondi dal tandem di testa.

Nel mondiale, Quartararo ha allungato sul secondo in classifica salendo ad 89 punti, ma è proprio l’alfiere dell’Aprilia che ora è al suo inseguimento con sole 7 lunghezze di ritardo. Terzo Enea Bastianini, che non è andato oltre l’ottavo posto con la Ducati GP21 del Gresini Racing. Rimane fermo a 69 punti Rins, a parimerito con il riminese, mentre Bagnaia e Joan Mir sono a -33 dal leader iridato.

Aleix Espargaró, risultato storico per l’Aprilia

Nella giornata odierna, Aleix Espargaró ha portato all’Aprilia il terzo podio nelle prime sei gare. Un numero così alto di arrivi nelle prime tre posizioni in una stessa stagione non l’aveva mai raggiunto nessuno con la moto italiana, che ha vinto ed ottenuto una pole position in Argentina.

Aleix è staccato di soli 7 punti da Fabio Quartararo, un risultato incredibile per questo pilota che si sta dimostrando un vero e proprio leader considerando le difficoltà di Maverick Vinales. Le prossime tappe saranno utili per confermare la crescita della RS-GP, che sembra aver imboccato la giusta strada anche a livello di sviluppi.

Tra poche ore scatteranno anche i test in quel di Jerez, ed Aleix Espargaró ha annunciato pochi giorni fa che ci sarebbero stati diversi aggiornamenti da testare sull’Aprilia. Gli avversari devono iniziare a temere lo spagnolo, che ha trovato un feeling incredibile con la sua moto. Al termine del GP di Spagna, Aleix ha parlato ai microfoni di “SKY Sport MotoGP“, raccontando le sue sensazioni.

Avevo più velocità di Miller e Marquez, ma loro frenavano fortissimo e molto tardi e per me era impossibile pensare di passarli. Oggi non avevamo il ritmo di Pecco e Fabio, ma sapevamo che potevamo puntare al podio e dovevo essere pronto per cercare di attaccare i due davanti a me. Quando a Marc si è chiuso l’anteriore sono riuscito a passare“.

Non credo che avessi il passo per vincere, dobbiamo migliorare la frizione che è un grande problema per noi al momento, in partenza perdiamo molto terreno. Il contatto con Marquez? Colpa mia, perché io partivo davanti e lui mi ha raggiunto a causa del guaio che abbiamo con la frizione, ma ci sta che la moto abbia qualche piccolo problema“.

Jack e Marc sono due grandi piloti e batterli non è stato facile, ma le gare sono così. Con Marc abbiamo un brutto rapporto? Mi dispiace che si dica così, nel motociclismo capita di discutere, in prova mi ero innervosito, quando stiamo battagliando e spingiamo forte è difficile tenere a freno le nostre reazioni“.

Tre podi in stagione con l’Aprilia è uno splendido risultato, mi sento mezzo italiano, questa squadra la vedo come la mia, la mia moto ed io sono legatissimo. Siamo a 7 punti dal primo in classifica, stiamo facendo qualcosa di pazzesco e spero che potremo continuare così“.