Wolff e Verstappen, ancora guerra? Arriva il risvolto a sorpresa

L’aspro duello tra Red Bull e Mercedes dello scorso anno aveva incrinato anche il rapporto tra Verstappen Sr. e il boss Toto Wolff. 

Il 2021 rimarrà nella mente di tutti come il primo campionato dell’era ibrida della F1 in cui la Mercedes è tornata a battersi con la concorrenza. Dopo aver dominato senza soluzione di continuità dal 2014, la scuderia tedesca era parsa all’improvviso raggiungibile, ma soprattutto la Red Bull, grazie al contributo della Honda non era più in ritardo in termini di prestazione del motore. Ciò ha condotto ad un restringimento della forbice e ad un testa a testa conclusosi all’ultimo metro, dell’ultimo giro, del GP di Abu Dhabi.

Toto Wolff (Ansa Foto)
Toto Wolff (Ansa Foto)

In mezzo tante polemiche, tecniche e non solo, tra le rispettive dirigenze, che non si sono fatte mancare nulla in fatto di reciproche accuse, sfoggiando un comportamento a dir poco infantile.

In particolare due personaggi hanno dato vita ad atteggiamenti ostili, addirittura togliendosi il saluto.

Wolff – Verstappen, il rapporto si riallaccia

Per qualche motivo il boss della Stella era entrato in rotta di collisione con Jos, papà di Max Verstappen, poi laureatosi campione del mondo. Secondo indiscrezioni la prima miccia sarebbe stata innescata dal mancato passaggio dell’olandese a Stoccarda malgrado la trattativa già avviata. Successivamente, a pesare, sarebbe stato l’episodio di Silverstone quando tra Hamilton e l’attuale #1 c’era stato una collisione con l’iridato in carica trasportato in ospedale.

Per l’ex driver e compagno di box di Michael Schumacher, il capo delle Frecce d’Argento aveva mandato sul podio Ham a festeggiare manco avesse vinto il titolo, e in seguito non si sarebbe interessato delle condizioni dell’avversario incidentato.

Da lì silenzio totale e gelo tra i due, fino al weekend di Imola. L’aria dell’Enzo e Dino Ferrari ha evidentemente riportato la tranquillità tra le parti. L’occhio attento dei media infatti ha catturato il momento del riavvicinamento quando durante un intervista a Verstappen Sr., Wolff si è affiancato stringendogli la mano.

E’ stato il nostro primo contatto dal round dell’Inghilterra del mondiale passato“, ha affermato ad F1-Insider il 50enne di Monfort.

Calma apparente o reale rappacificamento? Non lo sappiamo. Certamente oggi è tutto più facile se si pensa che la W13 è piuttosto in ritardo rispetto alla RB18 e i due equipaggi a malapena si vedono in pista.