MotoGP, Quartararo avvisa i rivali: fissato l’obiettivo per Portimao

Quartararo ha le idee chiare su ciò che vuole a Portimao: il pilota Yamaha spera di poter raggiungere l’obiettivo prefissato.

Il campionato MotoGP 2022 non ha ancora preso la piega che Fabio Quartararo auspicava. Confermarsi campione del mondo sarà una missione certamente molto difficile.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (Ansa Foto)

Il francese finora è salito sul podio solamente nella gara bagnata in Indonesia, dove arrivò secondo alle spalle del vincitore Miguel Oliveira su KTM. Il suo secondo miglior piazzamento stagionale è il settimo posto dell’ultima corsa disputata ad Austin, segnale che il suo livello di competitività è decisamente differente dal 2021.

La Yamaha non ha migliorato a sufficienza la M1, stando alle parole del pilota, però la stagione è lunga ed è presto per le sentenze definitive. Sono 17 i punti di distanza dal leader Enea Bastianini, non troppi. Se il team di Iwata apporterà qualche upgrade nel corso del campionato, riconquistare il titolo potrebbe non essere un sogno impossibile.

MotoGP Portogallo: Quartararo indica l’obiettivo per Portimao

In questo fine settimana si disputa il Gran Premio del Portogallo, la cui edizione del 2021 vide proprio Quartararo trionfare. Nella seconda gara disputata a Portimao, invece, il francese cadde ma ormai era campione del mondo. Sulla carta l’Autodromo Internacional do Algarve potrebbe essere il posto giusto per un buon risultato, ma fare previsioni è difficile.

Il pilota originario di Nizza, comunque, ha le idee chiare per il weekend che lo attende in Portogallo: “La gara di Austin mi è piaciuta, ho fatto del mio meglio. Ci sono state delle belle battaglie e ho imparato tanto, ma Portimao voglio lottare per il podio. Nell’aprile dello scorso anno lì ho vinto, quella gara fu fantastica e vorrei correre di nuovo in quel modo. L’obiettivo è essere sempre tra i primi e fare del nostro meglio”.

Quartararo auspica di chiudere la gara in Algarve nelle prime posizioni, sarebbe importante per dare linfa alla sua corsa per il titolo MotoGP 2022. Tuttavia, è consapevole di dover fare i conti con tanti avversari forti. Bisognerà vedere se la sua Yamaha M1 sarà abbastanza competitiva sulla pista portoghese.

Il campione iridato in carica in queste settimane dovrà anche valutare il suo futuro. Ha un contratto che scade a fine anno e tra non molto sarà chiamato a fare una scelta. La casa di Iwata spinge per il rinnovo, però una buona offerta potrebbe arrivare anche dalla Honda. I giochi sono aperti e cosa succederà è complicato da prevedere.