Ferrari, salta una novità per Imola? Pioggia e Sprint Race rovinano i piani

In casa Ferrari potrebbe slittare il debutto di una novità tecnica, prevista inizialmente per Imola. Ecco di cosa si tratta di preciso.

Dopo il Gran Premio d’Australia, Mattia Binotto era stato molto chiaro sin da subito: la Ferrari non porterà grandi novità ad Imola, ma solo qualche correttivo ed adattamenti alla pista situata sulle rive del Santerno, nella consapevolezza che la F1-75 è la monoposto migliore del lotto e che c’è ancora tanto margine da tirarle fuori.

Ferrari F1-75 (LaPresse)
Ferrari F1-75 (LaPresse)

A pensarci bene, la forza di questa monoposto è disarmante. Si tratta praticamente delle stesse specifiche dei primi test di Barcellona di due mesi fa, considerando che gli unici upgrade sono stati rappresentati da alcuni fondi utili solo a mitigare il porpoising. Red Bull e Mercedes hanno invece portato degli sviluppi pesanti nelle prove invernali in Bahrain, e nonostante questo sono attardate rispetto alla Rossa.

Come detto, l’unico, piccolo difetto sulla monoposto di Maranello riguarda il fenomeno del porpoising, su cui si interverrà presto. L’impressione è che in Australia la monoposto di Charles Leclerc e Carlos Sainz sia stata abbassata rispetto alle prime due tappe, nel tentativo di tirare fuori più prestazione, ed i risultati si sono visti tutti. Binotto ed il leader del mondiale hanno dichiarato che il porpoising non ha influenzato quello che è il tempo sul giro, ma è chiaro che un minimo si potrebbe perdere alla lunga.

Nonostante il fatto che la Rossa abbia sofferto maggiormente a Melbourne del fenomeno del porpoising rispetto alle prime due gare, quello australiano è stato il week-end in cui la Ferrari è riuscita a fare più differenza rispetto alla concorrenza. La F1-75 ha anche leggermente aumentato la potenza della power unit, ed i risultati si sono visti.

La Red Bull e la Mercedes arrivano ad Imola con tanta pressione sulle loro spalle, nella consapevolezza che un’altra sconfitta inizierebbe ad influire molto sulle sorti del campionato. Il vantaggio del Cavallino è già piuttosto ampio, e le prossime pista sono favorevoli all’arma progettata all’interno della Gestione Sportiva.

Ferrari, salterà il nuovo fondo ad Imola

Nelle prime prove libere del Gran Premio d’Australia, la Ferrari aveva provato un nuovo fondo sulla monoposto di Charles Leclerc, raccogliendo alcuni dati per poi tornare alla soluzione vecchia. Da quanto era emerso, questo elemento avrebbe dovuto debuttare in gara proprio ad Imola, ma secondo quello che ha riportato “Motorsport.com“, l’esordio slitterà ancora.

Tutto ciò potrebbe dipendere dalla variabile Sprint Race, che porterà all’eliminazione di uno dei due turni di prove libere del venerdì, impedendo alla Scuderia modenese di raccogliere dati a sufficienza. Per lo stesso motivo, il pacchetto di aggiornamenti per la F1-75 esordirà, con ogni probabilità, in Spagna, ma anche Red Bull e Mercedes dovrebbero seguire questa via.

Inizialmente, sembrava che sulla monoposto di Adrian Newey potessero arrivare delle grandi novità per ridurre il peso, ma Christian Horner ha annunciato che la rivoluzione annunciata da Helmut Marko non avverrà. Coloro che porteranno parecchi sviluppi sono quelli dell’Alpine, nel tentativo di avvicinarsi ai top team.

La superiorità della Ferrari potrebbe scontrarsi con un’ulteriore variabile, quella della pioggia. Per la giornata di venerdì, in cui verrà disputato il primo turno di prove libere e la qualifica per la Sprint Race del sabato, è previsto infatti del maltempo, che condizionò pesantemente anche la gara della passata stagione.

Queste monoposto non hanno mai corso in condizioni di bagnato, ma c’è da dire che la F1-75, che è la vettura con più carico dell’intera griglia, potrebbe fare ancor più la differenza rispetto alla concorrenza. Per sciogliere questi dubbi non resta che attendere il fine settimana, con le squadra che stanno arrivando ad Imola proprio in queste ore. Il Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy sta per prendere il via ufficialmente.