MotoGP Austin, libere 3: Quartararo davanti alle Ducati, male l’Aprilia

Le penultime prove libere della MotoGP ad Austin hanno visto prevalere Fabio Quartararo, davanti a Bastianini e Miller. In Q1 le due Aprilia.

Il terzo e penultimo turno di prove libere del Gran Premio delle Americhe di MotoGP ha visto prevalere Fabio Quartararo, che ha piazzato il miglior tempo con la sua Yamaha girando in 2’02”361. Alle spalle del campione del mondo ci sono due fantastiche Ducati, con Enea Bastianini secondo sulla Desmosedici del Gresini Racing.

MotoGP Fabio Quartararo (LaPresse)
MotoGP Fabio Quartararo (LaPresse)

Terza posizione per Jack Miller, che ha tenuto dietro un redivivo Marc Marquez in sella alla Honda. Quinto Johann Zarco sulla Ducati Pramac, davanti a Pecco Bagnaia che con un colpo di reni è riuscito ad entrare direttamente in Q2, evitando di disputare la prima sessione di qualifica.

Pol Espargaró è settimo davanti alla prima Suzuki, quella affidata a Joan Mir. Il campione del mondo 2020 della MotoGP è anche caduto nel finale, ma ha comunque preceduto Takaaki Nakagami ed un ottimo Luca Marini. Deludono le Aprilia, con Aleix Espargaró undicesimo e Maverick Vinales tredicesimo, subito dietro ad Alex Rins. Loro, assieme a Franco Morbidelli ed a tutti gli altri dovranno passare per la Q1 per poi cercare di giocarsi la pole position più tardi.

MotoGP, Quartararo comanda sulle Ducati

L’ultima sessione di prove libere della MotoGP in quel di Austin vede le Ducati ripartire molto forte dopo aver dominato il turno pomeridiano di ieri. Si issano davanti a tutti, grazie alla classifica combinata con i tempi di ieri, Johann Zarco e Jack Miller, mentre Fabio Quartararo ed Enea Bastianini inseguono da vicino.

Fatica ancora Pecco Bagnaia, che non riesce a seguire le moto gemelle nel gruppo di testa. Anche Jorge Martin resta indietro, mentre Aleix Espargaró resta dietro a Maverick Vinales. Su questa pista, l’ex Yamaha sembra trovarsi maggiormente a proprio agio rispetto al leader del mondiale, che aveva nettamente prevalso nelle prime tre tappe.

Marc Marquez, al rientro in MotoGP dopo aver saltato le tappe in Indonesia ed in Argentina, resta in zona con i primi, siglando il sesto tempo nella prima fase della sessione. Lo spagnolo lamenta qualche problematica all’anteriore, nettamente più lungo rispetto a quello che veniva utilizzato sulla Honda della passata stagione. Per il momento, l’otto volte campione del mondo non riesce a ribadire la superiorità degli anni scorsi qui ad Austin.

Il nativo di Cervera cerca di inanellare una simulazione di gara, ma commette vari errori e non riesce a mettere insieme troppi giri consecutivi. Ovviamente, è anche possibile che il rider iberico stia gestendo il ritmo per non prendere troppi rischi, visto quanto accaduto negli ultimi mesi.

Il miglior tempo del turno lo piazza Aleix Espargaró, che sale così in settima posizione assoluta mettendosi tra i primi dieci. Cade Martin alla Curva 16 mentre si stava ancora lanciando, dunque, uno strano errore il suo. Lo spagnolo, poleman in Qatar e secondo al traguardo a Mandalika, conferma le proprie difficoltà qui ad Austin, dove fatica a trovare il giusto passo.

Bastianini gira in 2’02”741 e sigla la miglior prestazione del turno odierno, salendo al secondo posto nella classifica assoluta. Il riminese si migliora e gira, in seguito, in 2’02”420, piazzando il miglior tempo del fine settimana. Migliora anche la Yamaha di Quartararo, che in 2’02”784 sale in terza piazza, subito dietro a Zarco.

Non riesce ad entrare in top ten Bagnaia, confermandosi dodicesimo ed in gran crisi con la GP22, sulla pista doveva aveva fatto segnare la pole position lo scorso anno. Miller si migliora e si rimette terzo, mentre la Suzuki di Joan Mir scivola per terra, ma il quinto posto gli consente comunque di stare tranquillo per il Q2.

Con l’ultimo treno di gomma nuova, sia Quartararo che Marquez migliorano notevolmente i loro parziali, ma lo spagnolo si ritrova davanti Andrea Dovizioso che lo rallenta nel terzo e quarto tratto. Marc si mette in seconda piazza a 70 millesimi da Bastianini, precedendo proprio il campione del mondo.

Bagnaia trova un colpaccio mettendosi in quinta posizione ed entrando in Q2, mentre Zarco cade alla seconda curva. Quartararo piazza il miglior tempo in 2’02”361, tenendosi dietro Bastianini e Milelr. Anche Luca Marini entra in Q2 con il decimo tempo, davanti alla delusione odierna, vale a dire Aleix Espargaró che dovrà disputare la prima parte della qualifica per andare a giocarsi la pole position.